Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità giovedì 07 dicembre 2017 ore 18:50

Ipotesi Sesto per costruire la moschea

L'imam di Firenze Izzedin Elzir

L'imam di Firenze Izzedin Elzir ha spiegato che la comunità islamica sta vagliando diverse proprietà nel comune alle porte del capoluogo



SESTO FIORENTINO — Moschea si riparte. Stavolta l'ipotesi che sembra trovare più certezze per la sua realizzazione è quella di Sesto Fiorentino. A confermarlo è l'imam di Firenze e presidente dell'Ucoii Izzedin Elzir: "Sono molti anni che la comunità islamica di Sesto Fiorentino manifesta la necessità di un luogo di preghiera degno per i fedeli musulmani. I fratelli di Sesto stanno vagliando diverse proprietà nel territorio comunale per l'acquisto di un terreno e io sono stato consultato a riguardo", ha detto Elzir. 

L'imam ha anche spiegato che ci sono "molti cittadini italiani che sono a conoscenza di questa esigenza della comunità e che ci contattano per vendere i propri immobili o terreni sia a Firenze che a Sesto ma anche a Scandicci, Campi e non solo". 

Intanto proprio ieri dopo che erano circolate le prime voci sulla possibile realizzazione della moschea a Sesto Fiorentino, il Comune ha fatto sapere di non avere niente in contrario alla costruzione dell'edificio di culto islamico sul territorio comunale ma di escludere in ogni caso l'impiego di risorse pubbliche. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Lavoro