Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 26 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ischia, l'enorme squarcio che si è aperto sulla montagna: la frana vista dall'alto

Attualità mercoledì 11 marzo 2015 ore 18:02

Sdegno per l'attacco a Caselli: "Gesto fascista"

Foto da Twitter

L'ira del presidente della Regione Rossi, del sindaco Nardella e dei vertici di Universistà e Pd. Gli organizzatori si imbavagliano per protesta



FIRENZE — In segno di solidarietà con l'ex magistrato studenti della Sinistra universitaria e sostenitori di Libera hanno dato vita ad un flash-mob nell'aula dove l'incontro avrebbe dovuto tenersi, imbavagliandosi e esponendo uno striscione sul quale era scritto il testo dell'art.21 della Costituzione, relativo alla libertà di espressione. "Si è trattato di una vera e propria censura quella che ha riguardato Caselli", hanno spiegato gli studenti che hanno organizzato il flash-mob.

Ma sono state molte le reazioni all'accaduto anche a livello istituzionale. Il più duro è stato il governatore Enrico Rossi che sul suo profilo Facebook non ha usato mezzi termini: "Impedire a Giancarlo Caselli di parlare di lotta alla mafia a una platea di giovani universitari fiorentini, definendolo 'boia torturatore', è stato un gesto fascista grave e violento ". Di fronte a una "tecnica intimidatoria che punta al controllo del territorio e minaccia la libertà - ha quindi aggiunto Rossi - mi rendo disponibile a riorganizzare, insieme alle associazioni universitarie, la conferenza" perché, ha concluso, "non possiamo darla vinta ai nemici della democrazia ".

Per il sindaco di Firenze Dario Nardella, invece, "è grave che in una società democratica come la nostra si verifichino ancora episodi come quello che ha portato il magistrato Giancarlo Caselli a rinunciare all'iniziativa organizzata al Polo universitario di Novoli" e "non è tollerabile che venga calpestata ancora una volta la libertà di espressione , soprattutto quando doveva essere affrontato un tema importante come quello della lotta alla mafia".

Alla luce dell'accaduto, il rettore Alberto Tesi ha invece partecipato all'incontro studentesco a cui era prevista la presenza di Caselli. "Ho voluto portare di persona agli organizzatori e ai presenti - ha spiegato - la solidarietà che il Senato accademico ha espresso nella propria mozione. Episodi come quello che si è verificato sono del tutto estranei e opposti alla natura dell'Università e delle sue finalità".

Parole dure, infine, anche da parte del Pd toscano che, per bocca del responsabile legalità e sicurezza Emiliano Poli, parla di "brutta giornata per la democrazia". "Consideriamo inaccettabile - ha aggiunto - che un magistrato che ha dedicato la propria vita alla lotta al terrorismo ed alla criminalità organizzata venga definito un personaggio sgradito". 

Con una nota congiunta, invece, il segretario metropolitano del Pd di Firenze Fabio Incatasciato, quello cittadino Federico Gianassi, e quello metropolitano dei GD Raffaele Marras condannano "le scritte minacciose e inquietanti sui muri dell’Università, le farneticanti frasi sulla rete espresse da quel Collettivo e la surreale manifestazione di protesta in assenza del magistrato, segno di un clima di violenza che sta passando ormai il segno ".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Notte di ricerche da parte dei vigili del fuoco dopo la segnalazione, nella serata di giovedì, per una persona caduta al Ponte alla Vittoria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Politica