Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE23°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi
Rissa in campo tra Hajduk e Fenerbahce: i tecnici Gattuso e Mourinho corrono in campo per sedare gli animi

Cronaca martedì 13 ottobre 2015 ore 12:28

Rischiano di perdere la vista dopo un'iniezione

SACCARDI SU INFEZIONE OCCHI A CAREGGI

Sono 5 i pazienti che dopo essere stati curati con il farmaco Avastin hanno avuto una grave infezione. L'ospedale di Careggi ha aperto un'inchiesta



FIRENZE — I pazienti hanno avuto una grave infezione agli occhi dopo un intervento nell'ambulatorio del reparto di oculistica il 18 settembre scorso e rischiano di perdere la vista. 

E' quanto riportano i quotidiani La Repubblica e La Nazione spiegando che sotto "accusa" c'è un farmaco usato in terapie di contrasto a casi di maculopatia degenerativa che viene somministrato tramite iniezioni. 

Nei giorni successivi all'intervento in ambulatorio cinque pazienti su diciassette hanno accusato dolori e disturbi infiammatori e sono stati operati d'urgenza di "vitrectomia", quindi ricoverati alcuni giorni in ospedale. 

Per i cinque che hanno avuto problemi potrebbe esserci stata una contaminazione del farmaco durante la fase di sporzionamento in ambulatorio che peraltro fu fatto solo per loro. Per altri 12 pazienti sarebbe stato usato un farmaco in confezioni monodose.

L'Avastin di Roche è il farmaco finito, assieme al Lucentis di Novartis, in uno scandalo per un presunto cartello tra aziende farmaceutiche.

Avastin è nato per la cura del cancro e anche se funziona contro la maculopatia il produttore non ha mai chiesto l'estensione delle indicazioni a quella patologia.

"Da tempo sollecitiamo un intervento risolutivo da parte delle Istituzione per quanto riguarda l'uso dell'Avastin" spiega Romolo Appolloni, coordinatore della commissione patologie oculari dell'ordine dei medici di Roma. 

"In casi in cui insorgono problemi come quelli accaduti a Careggi - spiega - la responsabilità ricade solo sul medico che ha utilizzato un farmaco aspecifico, fuori indicazione, e sul farmacista che lo sporziona". 

In un recente convegno, alla Camera dei Deputati, i maggiori esperti in oculistica hanno chiesto dunque che, o si renda fruibile l'uso dei farmaci con indicazione specifica, o che si estenda all'Avastin l'indicazione di efficacia per la maculopatia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Firenze. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità