Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità giovedì 01 aprile 2021 ore 13:48

Restaurati pezzi rari del Museo Ginori di Doccia

Sono 44 modelli in cera, terracotta e gesso appartenenti alla collezione del Museo che sono tornati a nuova luce grazie al restauro



SESTO FIORENTINO — Segnali incoraggianti per il Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia: dopo un lungo letargo una selezione di 44 modelli in cera, gesso e terracotta appartenenti alla sua collezione hanno rivisto la luce.

Il Museo di Doccia dal maggio del 2014 è chiuso al pubblico e a soffrire di più per questa chiusura è stato lo straordinario repertorio di modelli in cera, terracotta e gesso, materiali più sensibili agli sbalzi di temperatura. Per questo la manifestazione Artigianato e Palazzo, con gli Amici di Doccia, in collaborazione con la Direzione regionale dei Musei della Toscana, ha promosso una raccolta fondi che, grazie al fondamentale contributo della Regione Toscana, ha messo a disposizione 50 mila euro per il restauro di 44 esemplari di assoluta rarità.

"Così ancora una volta lo spirito che accompagna l’impegno degli Amici di Doccia si riconferma essere lo studio, la tutela e la promozione del patrimonio Ginori, voluti non come riflesso nostalgico del passato, ma come fonte di Associazione Amici di Doccia creatività per il futuro, e perché no, anche con un rinnovato orgoglio nazionale per queste opere che tutto il mondo ammira”, così afferma Livia Frescobaldi, presidente degli Amici di Doccia, la quale ci ricorda però che nel deposito del Museo di Doccia ci sono ancora molti modelli in attesa di restauro.

Tra le opere restaurate, Amore e Psiche in gesso riduzione con varianti dal marmo antico conservato nella Tribuna delle Gallerie degli Uffizi, Bacchino ebbro in terracotta di Massimiliano Soldani Benzi e Perseo con la testa di Medusa in cera di Vincenzo Foggini, su invenzione di Giovan Battista Foggini.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una passeggera senza biglietto ha aggredito la capotreno. Il treno regionale si è fermato dopo essere partito dalla stazione di Santa Maria Novella
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca