Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità venerdì 13 maggio 2016 ore 15:27

Regolamento Unesco, accordo sul 50 per cento

Minimarket e negozi di alimentari dovranno vendere almeno il 50 per cento di prodotti di filiera. Per i nuovi ristoranti scatta il sistema a punti



FIRENZE — L'amministrazione comunale di Palazzo Vecchio e le associazioni di categoria degli esercenti e dei commercianti hanno firmato l'accordo sul regolamento di tutela del centro storico, conosciuto anche come regolamento Unesco.

Dora in poi,per aprire un minimarket o una nuova attività alimentare in centro sarà obbligatorio mettere in vendita il 50 per cento di prodotti di filiera corta o del territorio. Per i nuovi ristoranti entrerà invece in funzione un nuovo sistema a punteggio con l’obbligo di raggiungere almeno 30 punti collegati ai prodotti presenti in una lista stilata da Palazzo Vecchio. 

È prevista la possibilità di deroga per singoli progetti che saranno valutati, caso per caso, da un'apposita commissione tecnica. 

Anche i ristoranti o i negozi già aperti potranno aderire al percorso di partecipazione per ottenere una certificazione specifica

L'accordo sul nuovo regolamento, molto contestato nella sua prima versione, è stato siglato dall'assessore allo sviluppo economico Giovanni Bettarini con i rappresentanti di Cna, Confindustria, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Coldiretti, Cia e Upa.

“Un risultato importante per tutelare il centro storico di Firenze e la qualità dell’offerta della nostra città – ha detto Bettarini - Un accordo che tiene conto dell’esigenza di distinguere tra vendita e somministrazione e di individuare una quantificazione adeguata dei prodotti, anche sulla base della loro effettiva disponibilità. La visione è quella di considerare il commercio una parte del valore e dell’identità di questa città". 

La proposta di modifica al disciplinare, in attuazione del regolamento approvato dal Consiglio comunale a gennaio scorso, dovrà avere poi l’approvazione della giunta.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'autista avrebbe perso il controllo del mezzo pubblico che si è schiantato contro la pedana di un ristorante distruggendola completamente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità