comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 20°30° 
Domani 20°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 16 luglio 2020
corriere tv
Folle inseguimento in tangenziale: ladri in fuga gettano la refurtiva per fermare i carabinieri

Attualità giovedì 24 dicembre 2015 ore 07:38

Ok al piano di sorveglianza per Case Passerini

Il Consiglio metropolitano ha approvato lo schema di convenzione per il termovalorizzatore tra Metrocittà, Comune di Sesto, Q.Thermo, Asl 10 e Arpat



FIRENZE — Termovalorizzatore di Case Passerini, ok di Metrocittà a schema di convenzione

Si sono espressi a favore del piano per l'impianto di Case Passerini i consiglieri Pd mentre Forza Italia si è astenuta e hanno votato contro i rappresentanti di Territori Beni Comuni e Linea civica.

Durante la seduta sono state ricostruite le tappe dell'iter che condurrà alla realizzazione dell'impianto, comprese le procedure di valutazione di impatto ambientale e di autorizzazione integrata ambientale ed energetica. 

La Città Metropolitana, nella seduta conclusiva dei servizi del 6 agosto, ha espresso pare favorevole al rilascio dell'autorizzazione unica, vincolato a una serie di prescrizioni. 

Con atto dirigenziale del 23 novembre la Metrocittà ha autorizzato la costruzione e la gestione dell'impianto di incenerimento di rifiuti non pericolosi, con recupero energetico mediante la produzione di energia elettrica (con carico termico totale di 65,2 MWt) da realizzarsi in località Case Passerini a condizione che vengano rispettate tutte le prescrizioni. 

Il consigliere Manni ha sottolineato la necessità di rappresentare la minoranza nell'organo di vigilanza sul termovalorizzatore. 

Per il capogruppo del Pd Francesca Paolieri "dobbiamo augurarci che i lavori comincino il prima possibile. E' un'opera importantissima, di cui necessitiamo". 

Sottolinea la propria criticità Emiliano Fossi, consigliere metropolitano e sindaco di Campi Bisenzio, che si è espresso a favore "ma con sfumature diverse dal mio capogruppo. La scelta della termovalorizzazione era necessaria ma doveva essere mitigata con opere di compensazione per mantenere l'equilibrio ambientale. Saremmo in presenza di un fallimento senza opere di mitigazione. La responsabilità non è di chi amministra oggi, ma di chi non ha realizzato, quando doveva, quanto era previsto", 

Il consigliere Matteo Palanti (Linea Civica) parla di "scelta scellerata per Case Passerini", come un ulteriore punto di stress per il territorio della Piana. 

Per Marco Semplici (Forza Italia), invece, "è giusto smaltire i rifiuti e non spendere risorse per farli smaltire agli altri. Mi sento sollevato dai rilievi scientifici sull'impianto".

Viste le difficoltà economiche del momento, Riccardo Lazzerini (Territori Beni Comuni) ha rivolto per parte sua "un augurio di Natale al contrario: mi auguro con tutto il cuore e lo auguro al milione di cittadini dell'area metropolitana che sia l'economia stessa a bloccare la realizzazione dell'inceneritore di Case Passerini. Non è certo questo tipo di economia l'amica e compagna dal mio punto di vista politico, ma le affido ciò che la vera politica non è riuscita a fare". 

Respinti due ordini del giorno di accompagnamentoo presentati dai tre consiglieri di minoranza Matteo Palanti (Linea Civica), Riccardo Lazzerini (Territorio Beni Comuni) e Marco Semplici (Forza Italia) per l'introduzione nelle tecniche di monitoraggio ambientale del sistema di campionamento 'Amesa' e per la redazione di un piano per implementare le centraline di rilevamento di qualità dell'aria.

Città Metropolitana di Firenze



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità