Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:21 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin scocciato con la reporter Usa: «Lei è una bella donna ma non ascolta»

Attualità martedì 03 agosto 2021 ore 16:08

Omaggio all'inglese morto per liberare Firenze

corona d'alloro

Si chiamava Hugh Snell, ufficiale inglese caduto nella notte fra il 3 e il 4 Agosto 1944. Domani la commemorazione per lui e per le vittime fiorentine



FIRENZE — Si chiamava Hugh Snell ed era un ufficiale dell'esercito inglese. Dette la vita, nella notte fra il 3 e il 4 Agosto 1944, per la liberazione di Firenze. Domani il presidente del consiglio comunale Luca Milani depositerà, alle 9 in via Lupo e in via dei Bastioni, una corona di alloro sua lapide del soldato caduto per la liberazione di Firenze e dei fiorentini vittime di una bomba.

Nella notte tra il 3 e 4 Agosto 1944, una pattuglia composta da soldati britannici e italiani effettuava una ricognizione nel sud della città, ancora sotto il controllo dei tedeschi. Nel rione di San Niccolò si consumò lo scontro dove perse la vita il giovane tenente Hugh Mortain Snell, appartenente al corpo delle Guardie Scozzesi. 

Questo cittadino britannico 21enne, numero di matricola 253914, nato in un sobborgo di Londra, fu la prima vittima della battaglia di Firenze nell’ambito delle forze alleate e rappresenta idealmente tutti i giovani soldati stranieri che dettero la vita per liberare la nostra città. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità