Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:09 METEO:FIRENZE24°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 28 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cade container su una nave al porto di Aqaba: una fuga di gas tossico provoca 13 morti

Attualità domenica 11 luglio 2021 ore 13:48

Inaugurato il sentiero della Resistenza

Giovani e partigiani hanno partecipato all'apertura del Sentiero della Resistenza, il progetto di Michele Gesualdi allievo di don Lorenzo Milani



MONTE GIOVI — Inaugurazione per il Sentiero della Resistenza, il progetto di Michele Gesualdi, fra i primi allievi di don Lorenzo Milani. L'evento è stato organizzato da Fondazione Don Lorenzo Milani, Anpi provinciale e i comuni di Pontassieve, Rufina, Dicomano, Vicchio, Pelago e Borgo San Lorenzo, con il patrocinio della Camera dei deputati, della Regione Toscana, della Città metropolitana di Firenze, del Comune di Firenze e dell’Istituto storico toscano della Resistenza.

"Dal cippo di Padulivo, memoria delle vittime dell’eccidio in cui persero la vita per mano dei nazifascisti quindici persone il 10 Luglio del 1944, a Monte Giovi, sede di gruppi partigiani che da lì si incamminarono con un obiettivo di comunità: la liberazione di Firenze" ha spiegato il delegato della Città Metropolitana di Firenze, Giacomo Cucini.

"Michele Gesualdi è scomparso nel 2018, ma la sua idea ha preso vita, a fianco del Percorso della Costituzione. Questo sentiero è lezione di educazione civica a cielo aperto. E a rendere ancor più significativa la sua realizzazione, c'è il coinvolgimento di tanti studenti: dopo un percorso di approfondimento, hanno scritto e disegnato i pannelli che lungo il tracciato hanno il compito di raccontare la storia e i suoi valori. Troppo spesso si tende ad archiviare il passato come qualcosa di semplicemente superato. Progetti come questo, per i quali dobbiamo essere grati e ai quali dobbiamo dare voce, vanno in una direzione differente, impegnativa. Quella del ricordo, della consapevolezza e della democrazia" ha concluso Cucini.

La giornata si è aperta con la celebrazione al cippo di Padulivo e il taglio del nastro, poi la salita a piedi fino a Barbiana, per gli interventi delle autorità e proseguire poi a Monte Giovi con il corteo e la deposizione delle corone ai caduti ai monumenti del parco della memoria. 

Nel pomeriggio il finale della manifestazione è affidato alle parole e alla musica della cantautrice fiorentina Letizia Fuochi, per il recital “Libertà - parole e canzoni Resistenti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune accoglie l'invito dell’Autorità idrica Toscana: stop all'uso dell'acqua potabile per scopi diversi da quelli igienico-domestici
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca