Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità lunedì 21 dicembre 2020 ore 19:35

Le salvano la vita e dona tre quadri all'ospedale

Angela Crucitti, ricoverata d’urgenza per una ischemia intestinale, è guarita ed ha ringraziato così medici e infermieri del Santa Maria Nuova



FIRENZE — Ha rischiato di morire all’ospedale Santa Maria Nuova di Firenze, ma ce l’ha fatta e così l'artista Angela Crucitti ha donato tre sue opere a santa Maria Nuova.

La pittrice è stata ricoverata d’urgenza per una ischemia intestinale nel 2017, sembrava che non ci fosse più nulla da fare per lei, ma non è andata così. Oggi, dopo tre anni e una pandemia in corso, ha regalato tre delle sue opere più significative alla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus per arricchire il percorso mussale dell’antico ospedale.

“E’ un ex voto - racconta l’artista - Con l’ospedale ho un legame di vita e mi fa estremamente piacere sapere che chi cammina per i suoi corridoio possa rallegrarsi anche solo un attimo vedendo i miei quadri. E’ per i medici, gli infermieri, gli operatori, ma in particolare per i malati e i loro cari che vivono la sofferenza della malattia. Devo dire grazie a tutti, la mia è una storia bella e a lieto fine che va condivisa soprattutto ora”

Calabrese di origine, ha studiato e vive ancora a Firenze, ma ha girato tanto. Ha ricevuto diversi premi e le sue opere sono state esposte in tutto il mondo e in molte collezioni private.

I tre quadri donati (Città Turrita, Vetrate e Architettura Gotica, tutti olio su tela) ne sono una sintesi perfetta. C’è l’abbazia di San Galgano, evanescente, che ritrova le sue vetrate avvolte nella luce e ci sono le torri di San Gimignano che si stagliano verso il cielo su un fondo dorato come una sfida al Divino. 

“Il percorso museale dell’ospedale storico è un valore aggiunto nella cura, perché trasmette bellezza e serenità - ha commentato il presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, Giancarlo Landini - Ringraziamo l’artista per questo gesto che è un riconoscimento al lavoro senza sosta di medici e infermieri, ma soprattutto un regalo alla nostra comunità. E' la condivisione di un messaggio positivo che oggi assume un significato ancora più profondo”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente si è verificato in via Carlo del Prete. La donna, 80 anni, è stata investita da un'auto guidata da un signore di 88 anni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità