Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE12°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 15 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità lunedì 19 febbraio 2018 ore 10:22

La necropoli romana tra i binari della tramvia

E' un'area molto vasta che si estende dagli spazi attorno alla stazione di Santa Maria Novella, in via Valfonda, piazza Unità d'Italia fino ai viali



FIRENZE — Le vestigia di una enorme necropoli, risalente al 1/o secolo dopo Cristo, con tanto di salme intatte, arse secondo l'antico rito romano del 'Bustum' è emerso dagli scavi archeologici 'paralleli' ai lavori per le nuove linee della tramvia a Firenze. A spiegarlo, oggi durante la presentazione della kermesse Tourisma a Firenze, il soprintendente Andrea Pessina e l'archeologa Monica Salvini.

L'area dei ritrovamenti, ha detto Salvini "è molto vasta, e si estende dagli spazi intorno all'attuale stazione ferroviaria, in via Valfonda alla parte più a nord, arrivando a lambire i viali". Sotto via Valfonda è stata ritrovata una salma intera, risalente al 1 secolo dopo Cristo, con un ricco corredo. Ed anche tra viale Redi e viale Belfiore gli scavi hanno consentito di riportare altre salme pressoché intatte. Altri ritrovamenti anche in piazza Adua dove sono emersi i resti di "un grande locale, con enormi orci", e "in piazza dell'Unità, parti di una domus, poi probabilmente trasformata in laboratorio artigianale".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nostro sondaggio per capire chi è favorevole per aiutare i ristoratori e chi invece è contrario perchè non trova parcheggio e teme di pagare più tasse
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità