comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE14°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 31 ottobre 2020
corriere tv
De Luca: «Ho ascoltato sindaci autentiche nullità, gente che andrebbe affidata ai servizi sociali»

Arte martedì 06 ottobre 2015 ore 16:54

La Giornata del Contemporaneo

Sabato 10 ottobre visite speciali al Museo Novecento, alle Murate e alla mostra Jeff Koons a Palazzo Vecchio, promosse da Amaci, Musei civici e Mus.e



FIRENZE — Ecco il programma delle visite organzzate in occasione della Giornata del Contemporaneo dall'associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani, dai Musei Civici Fiorentini e dall'associazione MUS.E:

Museo Novecento

Le visite consentono di ripercorrere a ritroso il XX secolo individuando i movimenti, le poetiche e gli artisti che ne hanno segnato i decenni. A partire dalla Biennale di Venezia del 1988, il percorso ripropone le tensioni e gli ideali degli anni Settanta e Sessanta – con grandi opere quali la Superarchitettura di Archizoom e Adolfo Natalini o il Plurimo di Emilio Vedova – per poi addentrarsi negli anni centrali del Novecento, riccamente rappresentati grazie alle donazioni di importanti artisti e collezionisti (fra questi Alberto Della Ragione, nella cui collezione spiccano capolavori di De Chirico, Sironi, Casorati, Depero, Morandi, Martini) e giungere fino all’alba del secolo, animata dalle prime pulsioni delle avanguardie internazionali.

Una particolare attenzione sarà dedicata inoltre all'installazione Passi di Alfredo Pirri & Alvin Curran, presente nel chiostro del museo.

Conversazioni fra antico e contemporaneo. Jeff Koons in Florence

Sull’arengario di Palazzo Vecchio si stagliano alcuni fra i protagonisti della storia dell’arte, seppure in gran parte sostituiti da copie: primo fra tutti il giovane David di Michelangelo, seguito dallo ieratico Marzocco di Donatello e dai gruppi di Giuditta e Oloferne (sempre di Donatello) e di Ercole e Caco di Baccio Bandinelli. L’opera ivi esposta di Jeff Koons sarà l’occasione per avviare un confronto tra antico e presente, che nel dialogo con il pubblico consentirà di riappropriarsi dei codici di lettura tanto dell’arte del passato quanto di quella contemporanea.

Visite al Carcere Duro e all’installazione Nuclei (vitali)

Le visite consentono di accedere al Carcere Duro del complesso delle Murate, antico convento femminile divenuto carcere cittadino fra Otto e Novecento: il Carcere Duro era appunto la zona detentiva più severa, costituita da celle che ancora oggi trasudano della difficile condizione vissuta dai detenuti e nelle quali trova posto l'installazione sonora Nuclei (vitali) dell’artista Valeria Muledda.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità