QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 15 novembre 2019

Sport lunedì 18 maggio 2015 ore 18:43

La Fiesole vuole le dimissioni di Cognini

Gli ultras hanno chiesto anche a Montella di scusarsi per aver detto, giovedì sorso, di aver ricevuto meno dai tifosi rispetto a quanto gli abbia dato



FIRENZE — A una manciata di minuti dal fischio d'inizio di Fiorentina Parma, ecco la nota del Viola club della curva Fiesole. Dito puntato contro la società e contro il presidente esecutivo Mario Cognini, ma la rabbia dei tifosi non risparmia nemmeno il tecnico Vincenzo Montella. A lui gli ultras rimproverano le parole di giovedì sera, dette al termine della batosta subita contro il Siviglia nel ritorno della semifinale di Europa League, quando Montella aveva sostenuto di aver ricevuto meno dai tifosi rispetto a quanto abbia dato lui a loro.

"Venga a conoscere e a parlare con chi prende permessi di lavoro per sostenervi - hanno scritto i tifosi in una nota -, chi prende ferie per seguirvi magari togliendo qualcosa alla famiglia, chi spende migliaia di euro, chi la domenica la passa in questura a firmare, forse riuscirebbe a capire meglio il nostro amore".

Dopodichè però i tifosi si sono concentrati sul vero obiettivo: la dirigenza viola.

"Le vere responsabilità di questa situazione a nostro avviso non le ha la squadra - hanno scritto i tifosi viola - che per la sua dimensione tecnica ha dato il massimo, né l'allenatore che in questi anni ha fatto molto bene né tantomeno i tifosi. Il vero problema è la società e non stiamo parlando di investire più o meno. Montella e la squadra pagano il malcontento di una piazza verso la gestione di questa Fiorentina. Una società che ha allontanato la squadra dalla città".

In conclusione, la staffilata a Cognini, mai nominato in tutto il comunicato.

"La carica più rappresentativa della nostra società è ricoperta da una persona ai più sconosciuta che non vive neanche Firenze: si prenda le sue responsabilità e si dimetta. Le società di calcio vanno gestite da uomini di calcio cui si deve avere il coraggio di delegare. E allora - ha chiesto la curva Fiesole - Andrea (Della Valle, ndr) torni al suo posto, rappresenti la Fiorentina in tutte le sedi, scelga veri uomini di calcio e porti la squadra in mezzo alla gente: vedrà che riusciremo anche a vincere".



Tag

Pubblicità di Emanuele Filiberto: «I reali stanno Tornando, serve guida stabile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Attualità