comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 25 novembre 2020
corriere tv
Lilli Gruber a Conte: «Ha mai sentito Mario Draghi?». E il premier non la prende bene

Attualità mercoledì 26 aprile 2017 ore 15:58

"La città di Firenze ha bisogno di una moschea"

Serena Spinelli

La capogruppo Mdp in consiglio regionale Spinelli: "Discussione inadeguata, no al referendum, Firenze ha bisogno di una soluzione effettiva"



FIRENZE — Non più tardi di ieri l'ex premier e candidato alla segreteria del Pd Matteo Renzi ha stoppato la realizzazione della moschea di Firenze nella ex caserma Gonzaga proposta alla comunità islamica dal Comune di Firenze (vedi articoli collegati). Un fulmine a ciel sereno per il sindaco Nardella il quale, per amore delle primarie del Pd (urne aperte il 30 aprile), ha scelto di fare buon viso a cattivo gioco. Ma sulla questione si sono scatenate le reazioni e i commenti di tutto il mondo politico. Fra cui la capogruppo di Articolo Uno-Mpd Serena Spinelli, apertamente contraria a organizzare un referendum cittadino per trovare una soluzione.

“La città di Firenze ha bisogno di una moschea, la comunità di cittadini di religione musulmana non ha un logo in cui riunirsi e pregare - ha scritto Spinelli in una nota - L'Amministrazione ha il dovere di collocare queste funzioni nelle strutture e nei luoghi più adeguati, così come accade per esigenze analoghe o di diversa natura insite in tutte le comunità. Sono favorevole al fatto che attorno a questo tema ci sia una discussione aperta alla cittadinanza, alla comunità islamica, alle amministrazioni coinvolte e limitrofe". 

"Sono invece contraria al referendum per il semplice motivo che il rispetto delle diversità di culto è già previsto nell’articolo 19 della Costituzione - ha scritto ancora Spinelli - Non si è mai visto fare un referendum per la costruzione di un luogo di culto, di qualsiasi religione esso sia. Non dobbiamo inventarci niente: semplicemente rispettare la nostra Costituzione che così come tutela la professione delle diverse fedi religiose sancisce il dovere di rispettare le leggi del Paese in cui si vive".

"A Firenze ci stiamo annodando su di una controversia a mio avviso inadeguata rispetto al tema che abbiamo davanti e dunque alle complessità che la contemporaneità ci chiede di affrontare - conclude Spinelli - Abbiamo la fortuna di avere un imam che dimostra capacità di relazione e ascolto nei confronti della città. Ma nonostante questo il tema della costruzione della moschea continua a non avere fine e a non trovare una soluzione effettiva”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità