Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:06 METEO:FIRENZE20°32°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
M5s, Conte: «Cambierà il linguaggio, per me onorevoli non è una parola diffamatoria»

Arte venerdì 16 ottobre 2015 ore 18:30

Le meraviglie del Cortile Maggiore dei fiorentini

Dopo 50 anni è stato riaperto al pubblico questo spazio di 600 metri quadrati del Museo Archeologico nazionale danneggiato dall'alluvione del 1966



FIRENZE — Per molti anni, il cortile maggiore è stato utilizzato come deposito temporaneo degli arredi e dei materiali alluvionati del museo e poi di tutto il territorio regionale.

Progettato dall'archeologo Luigi Adriano Milani alla fine dell'Ottocento all'interno del palazzo della Crocetta, sede del Museo Archeologico, è stato restaurato nell'ambito di un progetto ideato dall'Ente Cassa di Rispamrio di Firenze per i 150 anni di Firenze Capitale e d'ora in poi potrà essere visitato su prenotazione.

Nel cortile sono collocate edicole e tempietti  con i resti dei più importanti monumenti antichi di Florentia, la Firenze romana, realzzate dal Milano proprio per esporre elementi di decorazioni architettonica, frammenti di edifici e di impianti termali, iscrizioni e reperti del foro romano.

Tutti questi elementi con il passare degli anni erano stati ricoperti dallo smog e dall sporcizia. L'intervento di recupero e restauro finanziato dall'Ente Crf si è svolto nei corso di due anni in una sorta di campo-scuola del restauro coordinata dai restauratori della Soprintendenza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il distacco è avvenuto da un antico palazzo del centro storico. L'intervento dei vigili del fuoco è stato effettuato tra i tavolini della piazza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO