comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°30° 
Domani 21°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 12 luglio 2020
corriere tv
Coronavirus, Ascierto: «Per il vaccino tempi lunghi»

Sport lunedì 23 marzo 2015 ore 10:14

Gomez ora è finalmente leader: coi gol e le parole

Con la doppietta all'Udinese il tedesco è diventato il miglior marcatore stagionale viola. E le sue frasi a fine gara hanno spronato tutto l'ambiente



FIRENZE — Due occasioni e due gol da centravanti vero. Uno di testa, l'altro di destro dopo un controllo al limite dell'area. Mario Gomez, dopo l'ennesimo stop per infortunio (stavolta per fortuna breve), s'è ripreso la Fiorentina sulle spalle. Anzi. Forse, con le sue frasi decise a fine partita, se l'è presa davvero per la prima volta. "Una squadra che punta al terzo posto e alla Champions League non può buttare via due punti in questo modo" ha tuonato serio. 

Messaggio chiaro, da leader vero: i gol personali (è arrivato a quota 9 in stagione tra campionato e coppe, il migliore di squadra nel dato complessivo) non contano se poi la squadra non raggiunge l'obiettivo. E a Udine i viola, dopo aver rimontato il gol di Wague nel primo tempo, sono stati infine raggiunti sul 2-2 dalla rete di Kone su un macroscopico errore difensivo di Tomovic.

Dopo il ciclo di ferro di marzo (in cui la Fiorentina si è qualificata ai quarti di finale di Europa League ed ha battuto la Juventus in trasferta nella gara d'andata della semifinale di Coppa Italia), i viola avranno quindici giorni di tempo per ricaricare le batterie e prepararsi a un aprile caldissimo su tutti e tre i fronti.

In campionato la squadra di Montella ripartirà dal doppio scontro diretto con Sampdoria e Napoli (poi il calendario sarà in discesa), nel mezzo ci sarà il ritorno di Coppa Italia con la Juventus e quindi il doppio confronto europeo con la Dinamo Kiev. Un mese, insomma, per giocarsi (quasi) tutto.

Per farlo, Montella punterà forte proprio su Gomez, ultimamente risparmiato in campionato per averlo pronto e fresco nelle Coppe (l'allenatore gigliato ieri sera lo ha ammesso, alzare un trofeo a questo punto è il vero obiettivo stagionale) e la sua voglia di essere decisivo, protagonista, leader. E chissà che, oltre a lui e Salah, questo rush finale non possa vedre di nuovo protagonista anche Pepito Rossi. Lui e Gomez davvero insieme, praticamente per la prima volta dal loro avvento a Firenze e nel momento più importante della stagione. 

Una bella storia a cui mancherebbe soltanto il lieto fine.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità