comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°35° 
Domani 21°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 13 agosto 2020
corriere tv
La Puglia inaccessibile: da Miggiano a Castro dove le barche sono «sospese» sull'acqua

Attualità giovedì 27 luglio 2017 ore 12:37

Via i pini neri dalla riva sinistra dell'Arno

Saranno tagliati 146 pini neri per essere sostituiti con piante più idonee ai cambiamenti climatici. I nuovi alberi nei Quartiere 1 e 3



FIRENZE — Centomila euro da investire nei Quartiere 1 e 3 e in riva sinistra d'Arno per piantare nuove alberi e sostituire le piante ormai pericolose. L'investimento è stato deciso con l'approvazione, nella giunta di ieri pomeriggio, di un'apposita delibera presentata dall'assessore all'ambiente Alessia Bettini. In tutto saranno tagliati 146 pini neri ed estirpate 126 ceppaie. I nuovi alberi saranno 126 tra i quali querce, parrotie, cercidifilli e peri ornamentali.

Tra le zone interessate il giardino dell'Iris, quello di viale Poggi, viale Michelangelo e viale Galileo, Poggio Imperiale, il parco del Bobolino ma anche i giardini di piazza Tasso, di via Senese, di via Reims, il parco di viale Tanini, i giardini di via Fez, piazza Elia dalla Costa, piazza Felice Bacci, piazza don Pietro Puliti, piazza Bernardino Pio e piazza di Val d'Ema .

"Si tratta quindi di una serie di interventi di manutenzione straordinaria per la riqualificazione delle aree verdi pubbliche ha spiegato l'assessore Bettini – per ripristinare, ove possibile, l'originale sistemazione ambientale. Sostituiremo tutte le piante di pino nero con specie più idonee, adatte a resistere ai cambiamenti climatici. Le minori piantagioni sono dovute al fatto che in alcune zone, come il viale Poggi o il giardino dell’Irisi, sono previsti progetti specifici nell’ambito dei quali sarà incrementata la popolazione arborea". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità