Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:16 METEO:FIRENZE20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 26 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La rapina da Yamamay: una commessa a terra ferita, l'altra affronta il bandito

Attualità martedì 25 agosto 2020 ore 11:51

Un anno dopo la rivolta appare la nuova piazza

Nell'estate del 2019 il taglio dei pini con la mobilitazione delle associazioni, a Febbraio la presentazione del progetto ed oggi ci sono le ruspe



FIRENZE — Ad un anno esatto dalla rivolta contro il taglio dei pini, le ruspe disegnano la nuova piazza della Vittoria ad iniziare dai vialetti trasversali. Riconoscibile sul lato del Liceo Dante la piccola pineta mantenuta in piedi dopo l'operazione di abbattimento.

Nell'Agosto 2019 il taglio degli alberi ha fatto scattare un allarme tra i comitati  cittadini che si sono schierati contro il progetto di riqualificazione nella parte in cui non salvaguardava il verde esistente. Duro lo scontro anche politico che ha accompagnato le operazioni di verifica ambientale.

A Febbraio 2020 l'assessore all’Ambiente e i tecnici hanno illustrato alle commissioni comunale e circoscrizionale la fase dei cantieri per la riqualificazione di piazza della Vittoria, poi è intervenuto il lockdown dovuto all'epidemia di Covid 19.

L'ultimo progetto, quello esecutivo, prevede la ricostituzione di una griglia di pini domestici, come da schema originario della piazza. Degli alberi esistenti, 24 tra caduti ed abbattuti saranno sostituiti mentre 13 alberi presenti nella zona della piazza corrispondente all’ingresso con via Puccinotti sono stati oggetto di ulteriori approfondimenti diagnostici per valutarne la possibilità di conservazione. 

La piazza nel suo assetto definitivo avrà 34 alberi in più rispetto agli attuali. I nuovi alberi piantati avranno una circonferenza minima di 18-20 cm, secondo una griglia d’impianto di 8 per 8 metri, in grado di garantire lo sviluppo pieno e armonico delle chiome dei pini. L’assetto definitivo dell’impianto arboreo della piazza sarà raggiunto in un periodo di cinque anni, in base ai risultati delle verifiche che saranno condotte in parallelo sugli esemplari esistenti.

Il progetto prevede anche 42 nuove panchine sistemate in vari punti, realizzate con doghe in legno e struttura in ghisa comprensiva di braccioli.

L’intera superficie calpestabile della piazza sarà ripavimentata con manto drenante, in particolare: la porzione centrale e i vialetti intermedi in asfalto drenante rifinito con manto di usura in inerti a vista; i nuovi percorsi in diagonale in ghiaino stabilizzato con rifacimento del marciapiede perimetrale.

Incremento dell’impianto di illuminazione con 25 nuovi punti luce con lanterne a led, su palo di altezza 4,5 metri, posizionati all’interno della piazza, ad integrazione dell’assetto attuale composto da 14 lampioni perimetrali a doppia lanterna ubicati lungo i marciapiedi e un palo artistico in ghisa con doppia lanterna situato al centro del piazzale rettangolare. Dotazione di un impianto di irrigazione per le alberature di nuovo impianto e per il prato, alimentato dall’acqua del pozzo di nuova perforazione. L’impianto prevede una cisterna di accumulo.

Chiosco di giornalaio, fioraio, cabina telefonica e fontanello dell’acqua potabile, verranno mantenute e negli spazi vicini alle strutture esistenti, verranno realizzati gli attacchi per un servizio igienico autopulente, un gazebo con sedute ed impianto wifi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Toscani in TV

Attualità

Attualità