Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE24°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 07 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

Attualità lunedì 07 marzo 2022 ore 18:02

Ucraina, centro per tamponi e accoglienza profughi

Lo ha chiesto la prefettura per convogliare i profughi in arrivo, allestire un punto tamponi per lo screening e gestire le altre fasi dell'accoglienza



FIRENZE — La prefettura di Firenze ha istituito un Centro di coordinamento per mettere ordine nell'arrivo dei profughi al fine di gestire gli aspetti sanitario e alloggiativo. Verrà costituito domani e vi parteciperanno referenti degli Enti Locali, dell’Azienda sanitaria locale, del volontariato e del Consolato Onorario dell’Ucraina.

La prefettura ha spiegato che si è reso necessario individuare un luogo fisico dove convogliare i profughi in arrivo e allestire un punto tamponi per un primo screening sanitario "L’esperienza di questi giorni - si legge in una nota - ha reso chiaro che gli arrivi, avvenendo senza alcuna programmazione, necessitano di un punto di ritrovo che consenta di organizzare le successive fasi dell’accoglienza".

La decisione è stata presa stamani all’incontro, presieduto dal prefetto Valerio Valenti, hanno partecipato l’assessore al Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro, il questore vicario Giuseppe Solimene, il referente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Elena Tenti, il direttore di Anci Toscana Simone Gheri, il responsabile della Protezione Civile della Città Metropolitana di Firenze Leonardo Ermini, il direttore della Società della Salute Marco Nerattini e il referente del Consolato onorario dell’Ucraina Oxana Polataitchouk.

Il prefetto ha spiegato “Occorre agire su due fronti. Da un lato far emergere le presenze che in questi giorni sono state ospitate grazie alla disponibilità del Terzo settore fiorentino e della rete parentale e amicale della comunità ucraina già presente sul territorio, per consentire tutti gli adempimenti necessari sia sotto il profilo sanitario che per ogni altra esigenza. Dall’altro fornire a quanti sono in viaggio o arriveranno le istruzioni di base per poter usufruire al meglio dell’accoglienza nei Centri di Accoglienza Straordinaria. Ringrazio sin d’ora per il prezioso contributo offerto e che sono certo verrà ancora garantito la Misericordia, la Caritas e la Croce Rossa Italiana e tutti gli altri Attori della rete del volontariato”.

“Per gestire l’accoglienza dei profughi ucraini è fondamentale la collaborazione tra Istituzioni, Terzo settore e mondo dell’associazionismo - ha detto l’assessore al Welfare Sara Funaro - Siamo di fronte a una situazione complessa che va affrontata con un gioco di squadra nel quale ognuno di noi è chiamato a dare un contributo fondamentale per l’accoglienza e l’integrazione dei cittadini ucraini”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Paura nella notte per l'esplosione allo sportello automatico. Sul posto anche gli artificieri e gli investigatori della Scientifica
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca