Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, picchiano vigilante al McDonald's e si filmano: arrestati quattro trapper

Attualità mercoledì 14 settembre 2016 ore 15:59

Tutti i numeri delle scuole comunali

​Domani la prima campanella: ecco numeri, novità e servizi delle scuole comunali. Il sindaco Nardella: "In 5 anni investiremo 485 milioni di euro"



FIRENZE — Scuole rinnovate negli arredi e nelle strutture, l’offerta dei servizi formativi che si conferma e si amplia, l'apertura di due centri 0-6 anni e piú posti negli asili nido, metanizzazione di tutti gli istituti, nuovi menú. Sono queste alcune delle novità, presentate dal sindaco Dario Nardella e dalla vicesindaca e assessore all'educazione Cristina Giachi per l'anno scolastico che si apre domani. 

«L’impegno dell’amministrazione sulla scuola si intensifica – ha sottolineato il sindaco Nardella – alla fine del mandato avremo investito, complessivamente, 485 milioni di euro. Abbiamo aperto due nuovi asili 0-6 anni, garantito la possibilità a 80 bambini in più di andare al nido e ridotto le liste di attesa. Abbiamo pensato a una scuola che sia come una casa: un menù nuovo, il cibo a chilometro 0, attività di mattina e pomeriggio come l’educazione digitale e quella musicale. Inoltre, le scuole fiorentine inquinano meno: entro quest’anno verrà completata la trasformazione da gasolio a metano di tutte le caldaie. E alla fine del mio mandato avremo investito 485milioni di euro, tra personale, servizi ed edilizia scolastica. Più scuola, più ricca, più sicura, dunque».

«Ringrazio anzitutto quanti lavorano alla direzione servizi tecnici e alla direzione istruzione per il grande impegno nel garantire la perfetta efficienza delle scuole – ha dichiarato la vicesindaca e assessore all’educazione Cristina Giachi – la scuola è uno dei principali settori d’intervento dell’amministrazione. Vogliamo garantire alle famiglie servizi educativi più ricchi e tagliati sulle esigenze dei bambini, scuole più belle e sicure: non a caso abbiamo scelto ormai da tempo, e non sollecitati dagli eventi tragici di queste ultime settimane, la via della verifica antisismica degli edifici». 

«Abbiamo incrementato e reso stabile – ha aggiunto - un servizio prima riservato a poche famiglie: il nido in luglio. Avevamo molte richieste, ora sarà per tutti. Abbiamo rivisto gli accordi con i gestori privati e applicato il regolamento regionale, ottimizzando le risorse: avremo più posti nido. Abbiamo aperto due nuovi asili zero-sei: Trifoglio e Girandola. Il risultato è che ad oggi la lista di attesa è scesa di almeno 50 bambini rispetto all'anno passato. I servizi di supporto alla scuola, oramai da 2 anni, cominciano con l’inizio della scuola: il sostegno fin dal primo giorno; la mensa, quest’anno con menù completamente rivisti allea luce delle acquisizioni più recenti in tema di salubrità degli alimenti e delle abitudini alimentari, partirà non appena le scuole saranno pronte con il loro calendario. I progetti culturali si sono arricchiti, ci sono molte novità, tra le quali una delle più significative è la collaborazione con gli Uffizi con il progetto ‘un museo tutto per me’ con i bambini che partecipano a ‘Le Chiavi della Città’ dentro uno dei musei più belli del mondo riservato a loro durante il giorno di chiusura».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Oltre 250 persone identificate, un arresto per spaccio, quattro denunciati, controllati tre esercizi commerciali ed espulsi due cittadini irregolari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità