Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE18°29°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità venerdì 20 novembre 2015 ore 13:55

"Tutelare le aziende di pelletteria"

Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica incontra il prefetto Giuffrida. Sotto stretta osservazione soprattutto i furti nelle aziende



FIRENZE — E' stato definito nel corso del lungo incontro che il prefetto Alessio Giuffrida ha avuto a Palazzo Medici Riccardi con Confindustria, Camera di Commercio e le associazioni di categoria del settore, presenti l’assessore Federico Gianassi e i vertici provinciali delle forze dell’ordine. 

Una riunione di comitato convocata per fare il punto di una situazione in cui gran parte delle imprese di pelletteria sono state colpite da furti e da falsificazione commerciale dei loro prodotti.

Una road map che si snoderà accentrando l’attenzione di forze dell’ordine e imprese su alcuni punti principali. Innanzitutto progetti di videosorveglianza intelligente, non limitata esclusivamente al perimetro aziendale, in grado di riprendere le targhe delle auto che si aggirano nei pressi delle ditte. 

Poi una mappatura delle aziende che hanno subito più furti in modo da capire quali sono i punti deboli e mettere in campo la giusta strategia di difesa. 

I colpi sono mirati e ben studiati, i ladri conoscono le situazioni aziendali, sanno quando e come è presente più merce. Sgominarle è un lavoro complesso, che richiede una lunga attività di indagine.

Un altro punto è il database delle aziende virtuose che lavorano nel rispetto delle regole e i cui processi di produzione e movimenti finanziari sono trasparenti. E’ previsto da un protocollo di legalità che le associazioni di categoria dovrebbero sottoscrivere in Regione.

Sotto il profilo del contrasto alla contraffazione, infine, durante il periodo natalizio ripartono nel centro storico i super controlli anti-tappetini e più in generale anticontraffazione. Nel mirino finiranno anche i cittadini acquirenti per scoraggiare quanto più possibile l’acquisto di merce contraffatta. “Occorre anche la collaborazione della gente – ha detto il prefetto Giuffrida al termine della riunione – la contraffazione si può battere con l’aiuto di tutti. Il tavolo di oggi è stato molto utile. Ci ha confermato quanto sia importante la condivisione delle informazioni per definire la giusta strategia operativa”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio innescato da una lite per antiche ruggini, poi degenerata. La vittima è rimasta ferita, il suo aggressore è stato denunciato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

CORONAVIRUS