Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Attualità lunedì 12 giugno 2017 ore 12:15

Tramvia, il parcheggio scambiatore è in autostrada

Servizio di Dario Pagli

Inaugurato tra le proteste il primo parcheggio pensato per lasciare l'auto direttamente in A1. Ma i sindacati: "Tutto meccanizzato e zero personale"



FIRENZE — Quasi 700 auto e 25 pullman. E' la capienza del parcheggio scambiatore di Villa Costanza, il primo nel suo genere in Italia, inaugurato alla presenza, tra le autorità, del ministro dei trasporti Graziano Delrio e del viceministro Riccardo Nencini. L'opera, costata 16 milioni di euro, è stata realizzata in un anno da Autostrade per l'Italia e permetterà di lasciare l'auto direttamente in autostrada per prendere la tramvia e raggiungere il centro in meno di mezz'ora. 

Il parcheggio è suddiviso in due aree: una riservata agli automobilisti che arrivano direttamente dall'autostrada e l'altra destinata alla viabilità comunale di Scandicci. Entrambe consentono l'accesso pedonale alla tramvia per il centro di Firenze. La zona parcheggio autostradale conta 25 posti per i pullman e 505 per le auto, di cui 10 riservati ai disabili. Nel parcheggio comunale possono sostare 160 automobili, con 7 posti riservati ai disabili. 

I posti disponibili sono segnalati attraverso pannelli luminosi installati sulla carreggiata autostradale. Da regolamento, è previsto un tempo di sosta gratuita di 5 minuti per consentire la ricerca di parcheggio. Le tariffe sono a modulazione oraria, da un minimo di 30 minuti fino a un massimo di 24 ore. Possibili anche gli abbonamenti settimanali, mensili e annuali, sia per le auto che per i bus.

Il parcheggio multimodale rappresenta un'opera strategica per la viabilità fiorentina e rientra nei lavori di potenziamento a tre corsie del tratto dell'A1 tra Firenze Nord e Firenze Sud. L'opera è stata realizzata da Autostrade per l'Italia in 12 mesi dalla disponibilità delle aree e con un investimento di oltre 16 milioni di euro.

All'inaugurazione, però, non sono mancate le proteste. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl hanno organizzato un presidio per protestare non contro l'opera in sé ma contro l'eccessiva meccanizzazione che non lascia spazio alla presenza fisica degli addetti: "L'offerta di un nuovo servizio ai cittadini, potenzialmente fonte di un maggiore livello di assunzioni e di qualità del 'prodotto autostradale', viene invece attivata dalla direzione aziendale senza nessuna implementazione di organico e disattendendo le disposizioni del ministero circa il presidio fisico h24". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Lavoro