Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE23°30°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Marcell Jacobs e la telefonata inaspettata durante l'intervista: a chiamarlo è Mario Draghi

Cronaca venerdì 18 giugno 2021 ore 18:45

Stroncato traffico online di denaro falso

guardia di finanza

La vendita di banconote contraffatte avveniva in stock minimi da 300 euro su market place attraverso internet. In vendita anche documenti falsi



FIRENZE — Vendevano banconote su canali telematici operando in Italia e all'estero, piazzando stock del valore minimo di 300 euro. Ma quel denaro era falso, e le contraffazioni sono state individuate dai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Firenze che hanno così stroncato il traffico illegale bloccando e oscurando 20 canali telematici. Il sequestro preventivo è stato eseguito su disposizione del giudice per le indagini preliminari presso il tribinale di Firenze Federico Zampaoli.

Le investigazioni hanno consentito di individuare numerosi market-place telematici con i quali i cyber-criminali avevano organizzato la commercializzazione, attraverso procedure complesse, di banconote false di vario taglio e particolarmente contraffatte nei segni distintivi. Dagli accertamenti effettuati, è emerso inoltre che gli stessi canali telematici erano utilizzati anche per la vendita di diversi documenti d’identità falsi.

L’attività illegale è stata scoperta grazie a un costante monitoraggio dei canali telematici e internet volto, in particolare, a individuare pratiche illecite lesive del mercato. Le indagini sono state condotte in pieno periodo emergenziale dal nucleo di polizia economico-finanziaria delle Fiamme Gialle fiorentine sotto il coordinamento della procura della Repubblica di Firenze diretta dal procuratore Giuseppe Creazzo.

Le banconote false potevano essere acquistate partendo da un stock minimo di 300 euro, a un prezzo di circa il 10% del valore nominale. La stima su base annua è per un ammontare di circa 2 milioni di euro di banconote contraffatte commercializzate attraverso i canali telematici ora oscurati. I reati contestati sono quelli di falsificazione di monete (articolo 453 del codice penale), spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate (articolo 455 del codice penale), possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi (articolo 497 bis del codice penale).

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo si è recato insieme con la compagna da un parrucchiere con l'intento di picchiarlo. L'arma da fuoco era legalmente detenuta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

STOP DEGRADO

Cronaca

Attualità