Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 13 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Piero Angela, l'ultima volta in tv: «Io come la Regina Elisabetta: lavoro da 70 anni per la Rai»

Cronaca sabato 12 giugno 2021 ore 17:15

Confisca record da 2,5 milioni allo strozzino

Carabinieri e guardia di finanza durante l'operazione
Carabinieri e guardia di finanza durante l'operazione

Dai commercianti che si rivolgevano a lui, l'usuraio pretendeva interessi del 300%. Condannato, gli sono stati confiscati beni mobili e immobili



FIRENZE — Confisca record da 2 milioni e mezzo tra beni mobili e immobili allo strozzino che dai commercianti in difficoltà che gli si rivolgevano pretendeva interessi del 300% sul denaro prestato. Condannato per vari episodi di usura, adesso per lui - dopo il sequestro nel 2020 - è arrivato il provvedimento di confisca, adottato dal giudice per le indagini preliminari Gianluca Mancuso ed esequito dai carabinieri del comando provinciale di Firenze e dalla guardia di finanza del capoluogo.

Nel complesso, sono stati confiscati rapporti finanziari (25), autoveicoli (2), quote sociali (3) e fabbricati (3). Gli approfondimenti di natura patrimoniale che hanno consentito di giungere al provvedimento si sono innestati su una precedente indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Luca Tescaroli e dal sostituto procuratore Christine von Borries, e eseguita dai carabinieri della compagnia di Firenze Oltrarno, a seguito di una denuncia presentata da un’imprenditrice fiorentina finita da qualche anno nella rete dell’usuraio.

In quel contesto le investigazioni, oltre a suffragare la denuncia iniziale, avevano permesso di individuare altri imprenditori vittime del medesimo reato da parte dello stesso usurai per il quale oggi è scattato il provvedimento patrimoniale. I militari accertarono episodi di concessione di prestiti a tassi superiori al 300% su base annua. In particolare, si erano rivolti all’usuraio, costretti da problemi finanziari, 6 titolari di bar, ristoranti e negozi, pattuendo la restituzione dei prestiti con brevissima scadenza, tra uno e tre mesi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo settimane di siccità, caldo torrido e timidi accenni di precipitazioni, in serata sulla città si è scatenata la bufera annunciata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca