Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:11 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Politica sabato 09 ottobre 2021 ore 16:55

Sacchi fa la valigia, sarà assessore a Milano

Tommaso Sacchi
Tommaso Sacchi

La giunta fiorentina perde il titolare delle deleghe a cultura, moda, design e relazioni internazionali, che verranno adesso mantenute dal sindaco



FIRENZE — Tommaso Sacchi è il nuovo assessore alla cultura del Comune di Milano. Ricevuto l'incarico dal riconfermato sindaco Beppe Sala, lascia la giunta fiorentina e la città di Firenze, dove era assessore a Cultura, moda, design e relazioni internazionali. A Sacchi giungono le congratulazioni del sindaco Dario Nardella, che annuncia di voler mantenere a sé le deleghe che rimangono vacanti con l'addio di Tommaso Sacchi.

“Sono felice di questa nomina e ringrazio il sindaco Beppe Sala per aver riposto la fiducia nella mia persona. Lavorare per Milano, la mia città, nei prossimi anni sotto la guida del sindaco Sala, sarà un onore e motivo di orgoglio”, ha detto Sacchi.

“Ringrazio il sindaco Dario Nardella per avermi dato la possibilità di costruire insieme a lui un progetto politico e culturale straordinario e in continua evoluzione - ha continuato Sacchi -. È stato un privilegio essere al servizio di Firenze, città che non dimenticherò mai, e promuoverne senza sosta la cultura e le reti internazionali”. 

“Sono felicissimo per la nomina di Tommaso ad assessore alla cultura del Comune di Milano. Una scelta che considero frutto della solida amicizia e collaborazione tra le due città e tra me e il sindaco Beppe Sala, e che sarà senza dubbio destinata a rafforzare il nostro asse politico e istituzionale nei prossimi anni”, afferma Nardella.

“Il fatto che un sindaco così autorevole come Sala e di una città così importante come Milano abbia scelto un giovane amministratore di Firenze - continua Nardella - in un incarico complesso e rilevante è per me motivo di orgoglio e di riconoscimento per i risultati culturali raggiunti dalla mia giunta e dalla città in questi anni. Sul piano personale non posso che gioire per la crescita professionale e politica che l’assessore Sacchi sta facendo, dopo aver dimostrato di essere una figura di punta della classe dirigente di Firenze, portatore di idee, metodi e relazioni innovativi e vincenti. Per questo lo ringrazio con tutto il cuore per il lavoro svolto al servizio della cultura con passione e impegno”. 

“Il nostro rapporto personale e politico non solo non diminuirà - prosegue il sindaco - ma crescerà nei prossimi anni nell’interesse delle nostre due città. Questa nomina non cambierà infatti di una virgola la politica culturale fiorentina di cui mi farò personalmente e direttamente carico mantenendo le deleghe della cultura, della moda e delle relazioni internazionali e rafforzando la struttura tecnica dell’assessorato che già da ora si potrà avvalere di due nuove dirigenti, dottoressa Maria Teresa Timpano e dottoressa Marina Gardini, che lavoreranno sotto la guida della dottoressa Gabriella Farsi”. 

“Rivolgo infine al mio amico e collega Sala e alla sua nuova giunta un grande in bocca al lupo - conclude Nardella - certo del successo che avranno in questo secondo mandato alla guida di una grande capitale europea come Milano”. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A poche ore dal dibattito in Consiglio comunale l'opposizione chiede un tavolo in prefettura per analizzare il fenomeno dei furti sulle auto in sosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità