Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:44 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 19 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Cronaca domenica 13 agosto 2017 ore 10:13

E' guerra ai risciò abusivi

Risciò usato per servizio taxi, multato e sequestrato dalla Polizia municipale un mezzo sul lungarno Pecori Giraldi



FIRENZE — Sequestrato e multato dalla Polizia municipale un risciò a pedali usato come servizio taxi per il trasporto abusivo di persone: il mezzo si va ad aggiungere ai 5 messi sotto sequestro e sanzionati due giorni fa nel corso di un'operazione effettuata in piazza Duomo e nelle vie laterali.

"Continuano i controlli della Polizia municipale sui risciò che effettuano abusivamente il servizio taxi e salgono a sei i mezzi sequestrati e sanzionati - ha detto l’assessore alla Polizia municipale Federico Gianassi -. Vorrei ringraziare gli agenti per il prezioso servizio quotidiano che prestano per garantire la sicurezza dei cittadini e per controllare e sanzionare, quando necessario, coloro che non rispettano le regole, svolgendo attività illegali e abusive".

Erano le 16 di questo pomeriggio quando gli agenti della Polizia municipale hanno fermato sul lungarno Pecori Giraldi, dopo averne seguito il percorso, un risciò che stava portando due turiste indiane. 

Il conducente, privo di ogni titolo abilitante al trasporto di persone, ha tentato di schivare le proprie responsabilità, dichiarando agli agenti di aver accettato un'offerta spontanea da parte delle due turiste, che lo hanno invece smentito, dichiarando che era stata chiesta loro una somma non inferiore a 20 euro a testa per percorrere il tratto richiesto, da piazza Duomo a lungarno Pecori Giraldi.

Per il conducente è scattata quindi la sanzione per trasporto abusivo di persone, che è punita con una multa che va da 1.777 a 7.108 euro, e la confisca del veicolo. Adesso verrà valutata l'ipotesi della frode in commercio a carico dell'azienda che aveva in uso il risciò. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono oltre 900 le mail inviate ad Autolinee Toscane, molte con errori e per questo motivo l'azienda ha attivato un portale per le candidature
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità