Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:45 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità martedì 13 dicembre 2016 ore 12:35

Camera con vista al museo Marini

Una mostra celebrativa a trent'anni dal film tratto dal romanzo di E.M. Foster. Dal 2017 prenderà vita anche il comitato d'onore del museo



FIRENZE — Con il nuovo anno si accrescono anche le ambizioni del museo Marino Marini di Firenze. 

Nascerà infatti nel 2017 un 'Comitato d'onore' formato da personalità del mondo dell’arte, e non solo, di carattere internazionale che avrà il compito di sostenere e promuovere le iniziative del museo. A presiederlo sarà Michela Bondardo,  membro del MOMA Contemporary Art Council. Ne faranno poi parte Vittorino Andreoli, psichiatra di fama mondiale e scrittore, membro della New York Academy of Sciences; Sylvia Lahav, esperta di didattica museale, collaborando con i maggiori musei di Londra, dalla Tate alla National Gallery; Nicolas V.iljine, Advisor del Direttore Generale del Museo dell’Hermitage; Maria Vittoria Colonna Rimbotti, Presidente dell’Associazione Amici degli Uffizi; Ellyn Toscano, Direttore della New York University di Firenze; Alessandro Mendini, architetto, designer e artista di fama internazionale; Laurence Kardish, curatore indipendente e Former Senior Curator of film, The Museum of Modern Art, New York; David Parsons, coreografo, insegnante, regista e fondatore della compagnia Parsons Dance; Jeffrey Schnapp, figura di riferimento nel campo delle digital humanities, fondatore e direttore dello Standford Humanities Lab, poi direttore del metaLAB (at) Harvard, attualmente Chief Executive Officer – Piaggio Fast Forward a Boston.

La curatela del Museo sarà affidata a un visiting director, scelto fra direttori e curatori italiani e internazionali, al quale sarà affidata per un anno la programmazione espositiva, avrà il compito di realizzare un progetto ad hoc per il museo attorno al quale ruoteranno tutti gli altri eventi. Nel 2017 il ruolo di visiting director spetterà a Dmitry Ozerkov. Nato a Leningrado nel 1976, è storico dell’arte, curatore del Dipartimento di Arte Contemporanea del Museo di Stato dell’Hermitage, curatore e ideatore del progetto “Hermitage20/21". 

Altra novità. Durante le festività, dal 15 dicembre 2016 al 15 gennaio 2017, il museo Marino Marini sarà aperto gratuitamente

Saranno anche potenziate le attività del Dipartimento Educazione, verso le scuole, ma non solo. È un esempio, il progetto “l’Arte tra le mani” avviato nel 2012, per favorire l’accesso all’arte alle persone affette da Alzheimer e ai loro caregivers, racconta l’attenzione del Museo a speciali tipologie di pubblico.

Nell’autunno del 2017, infine, il Museo Marino Marini ospiterà la mostra celebrativa del trentennale del film del regista statunitense James Ivory, 'Camera con vista (A Room with a View)', tratto dall’omonimo romanzo di E.M. Foster, interpretato magistralmente da Daniel Day-Lewis, Helena Bonham Carter, Julian Sands e Maggie Smith, di cui Firenze è stata protagonista. Una mostra sul back stage, con immagini assolutamente inedite e che nasce dalla collaborazione fra e con tutte le istituzioni cittadine, Comune, Regione, Film Commission Toscana, NYU, British Institute, Odeon Firenze e lo stesso regista.

Il Museo resterà chiuso per lavori di ristrutturazione da fine gennaio a fine febbraio prossimo. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità