Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Centrodestra, il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini a Villa Grande

Attualità venerdì 21 maggio 2021 ore 11:43

Porta a porta, ecco come va la raccolta rifiuti

A un mese dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, l’assessore Cecilia Del Re ha reso noti i dati dello smaltimento porta a porta



FIRENZE — Firenze ha stravolto la raccolta dei rifiuti introducendo il sistema porta a porta nella prima periferia densamente abitata. A un mese dalla partenza della nuova organizzazione l'assessore all'Ambiente ha reso noti i risultati. Non sono mancate le polemiche sulla gestione dei contenitori domestici che fanno tribolare chi non ha balconi o giardini ma i risultati sembrano mostrare una organizzazione del conferimento in strada. 

"Sfioriamo l’80% nelle zone raggiunte dal nuovo sistema di raccolta" lo ha annunciato Del Re alla Commissione Ambiente dove Alia ha illustrato i dati relativi al primo mese di attuazione del Piano Firenze Città circolare. 

La raccolta domiciliare ha preso il via il 15 Febbraio scorso e la rimozione dei vecchi contenitori (cassonetti e campane azzurre) si è conclusa ad Aprile. Sono oltre 10mila gli utenti residenti a Castello, Serpiolle, Careggi, San Domenico, Trespiano e Settignano e altre zone collinari e periferiche.  

Dopo la rimozione di tutti i vecchi contenitori stradali, la percentuale di raccolta differenziata nel primo mese tutto “porta a porta” nelle aree a bassa densità abitativa del Quartiere 2 e del Quartiere 5 di Firenze si è assestata al 79%, rispetto al 53% precedente alla trasformazione del servizio in queste zone. La percentuale di raccolta differenziata tra il 2018 e il 2019 era cresciuta solo dello 0,87%.

In un mese sono diminuite tutte le frazioni estranee: per l’organico al 3,5% (la media comunale 2020 era del 12,2%), carta e cartone al 4,4% (era 11,7%), imballaggi in plastica, metalli, polistirolo, tetrapak al 13% (era 43,5%).

“Sono dati inimmaginabili fino a un mese fa - ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re - in termini non solo di quantità della raccolta differenziata ma anche della qualità. I dati di questo primo lotto ci dicono infatti che i cittadini del quartiere 5 e quartiere 2 non solo hanno esposto correttamente i bidoncini fuori dalle loro abitazioni, ma anche che finalmente hanno fatto correttamente la differenziata così che il rifiuto possa andare al riciclo e avere una nuova vita senza essere inquinato da corpi estranei. Questi dati ci sostengono dunque nella efficacia del piano, che porteremo avanti continuando a monitorarne l’avanzamento sia per apportare i correttivi utili ad attenuare i disagi o le difficoltà riscontrate dai cittadini in casi particolari, sia per monitorarne i risultati".

L’obiettivo è il 70% su tutto il territorio comunale. "I cassonetti intelligenti ci consentiranno un minor passo in avanti rispetto al porta a porta, ma saranno ugualmente determinanti nel raggiungere tali obiettivi”.

Il presidente della Commissione Leonardo Calistri ha aggiunto "Questa novità che impatta in modo significativo sulle abitudini quotidiane delle famiglie va accompagnata nel migliore dei modi”.

"Dopo qualche polemica e un normale periodo di adattamento la risposta della gran parte dei cittadini dei quartieri 2 e 5 coinvolti dal nuovo servizio porta a porta è positivo e i dati lo dimostrano. Restano da perfezionare alcune questioni - hanno detto il presidente del quartiere 2 Michele Pierguidi e il presidente del quartiere 5 Cristiano Balli -, ma il rapporto con Alia è frequente e attivo. Come quartieri siamo all'opera per accompagnare il progetto e perfezionarlo nel suo sviluppo. Ringraziamo i cittadini che si stanno adoperando perché i dati raggiunti sono un segno di attenzione di una cittadinanza responsabile".

Tutti gli utenti del primo lotto porta a porta fiorentino sono stati contattati a domicilio ed hanno ricevuto il kit di raccolta (bidoncini, sacchi, bidoni carrellati, materiale informativo, calendario settimanale). L’attività di contattazione non si è limitata alla sola consegna dei materiali, ma ha visto operativi un gruppo di giovani informatori (A-Team) che, nel massimo rispetto delle norme anti Covid 19, ha raccontato alle varie tipologie di utenza (con strumenti diversi) le nuove modalità di raccolta differenziata, al fine di rendere i cittadini partecipi del processo di trasformazione, condividendo gli obiettivi ed i vantaggi che si realizzano con il nuovo sistema di gestione dei rifiuti basato sui principi di economia circolare. L’attività di contattazione sta proseguendo nel secondo lotto interessato, che coinvolge gli utenti residenti nelle aree a bassa densità abitativa dei Quartieri n.1, n. 3 e n. 4: ad oggi, sono oltre 7.200 gli utenti che hanno già ricevuto il kit ed il materiale informativo, compreso il calendario settimanale di raccolta.

L’avvio del servizio nel lotto 2 è previsto nel prossimo mese di Giugno; la trasformazione della raccolta rifiuti a Firenze proseguirà poi su tutto il territorio comunale con differenti metodologie di servizio (porta a porta domiciliare con sacchi e bidoncini; cassonetti stradali smart; postazioni interrate), che avranno in comune la tracciatura di quanto conferito da ogni utente, attraverso tag su bidoncini e sacchetti o con l’utilizzo della nuova chiave elettronica (A-pass) per aprire i contenitori stradali. L’A-pass sarà consegnato, su richiesta, anche a coloro che hanno attivo il servizio “porta a porta”. 

Sul sito dedicato www.firenzecittacircolare.it oltre a tutte le informazioni di dettaglio, è possibile verificare per ogni strada e piazza di Firenze quale sarà il sistema adottato e la presunta data di avvio del nuovo servizio oltre alla localizzazione degli altri servizi (Ecocentri, Ecofurgoni ed Ecotappe) utili per tutti i rifiuti che per caratteristiche e dimensioni non vanno consegnati ai servizi stradali. Inoltre, con una semplice prenotazione telefonica al call center di Alia, è possibile usufruire del servizio di ritiro ingombranti al proprio domicilio, completamente gratuito.

Per ulteriori informazioni è a disposizione la App Junker (scaricabile gratuitamente per sistemi IOS ed Android) e il servizio di call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile). 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La rimozione dell'insegna rappresenta la fine di un'epoca per generazioni di autisti e per i fiorentini che sono cresciuti a bordo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca