QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10°15° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 12 novembre 2019

Attualità giovedì 24 novembre 2016 ore 17:47

Pochi farmaci in ospedale e gli interventi saltano

A denunciare la carenza di medicinali è la Cgil: "Colpa del cambio di sede di un magazzino di Estar". La Asl: "Mai rinviate le operazioni"



FIRENZE — La carenza di medicine, secondo la Cgil, va avanti da almeno "dieci giorni" in alcuni ospedali dell'area fiorentina, ha detto il delegato sindacale della Cgil Simone Baldacci. A mancare, ha spiegato, sono "medicinali anche indispensabili, come diuretici, cortisonici e antidolorifici di base, oltre alle provette per i prelievi".

Le mancanze, ha aggiunto sempre Baldacci, sarebbero dovute a un disservizio "causato dal cambio di sede da una zona a un'altra di Calenzano di un magazzino di stoccaggio di Estar", l'ente di supporto tecnico-amministrativo regionale. 

A causa delle carenze di materiale,"nei giorni scorsi all'ospedale di Torregalli sono stati anche rinviati degli interventi chirurgici programmati - ha spiegato ancora il delegato della Cgil - questa mattina al pronto soccorso di Santa Maria Nuova non ho potuto effettuare un prelievo per l'assenza di provette, ci troviamo nella condizione di scegliere cosa fare e cosa no". Le carenze di medicinali e materiale sanitario si registrerebbero anche all'ospedale Santo Stefano di Prato. In questo caso le carenze riguarderebbero in particolare diuretici e provette per i prelievi.

"Ci avevano avvisato che per una settimana ci sarebbero stati problemi di approvvigionamento - ha precisato ancora Baldacci - ma la cosa va avanti da quindici giorni e ci è stato detto che potrebbe continuare per tutta la settimana". Il mancato invio di medicinali e materiali, spiega ancora Baldacci, sarebbe dovuto a "un problema nel sistema informatico" del nuovo magazzino.

Immediata la risposta di Estar: "L'Estar tranquillizza gli operatori degli ospedali fiorentini che la consegna di farmaci avverrà con tempi corretti. L'avvio del nuovo magazzino di Calenzano ha avuto dei normali ritardi, che stiamo velocemente recuperando. Oggi abbiamo consegnato, in accordo con la farmacia della Asl Toscana centro, l'80 per cento dei prodotti sanitari, garantendo tutte le urgenze che ci sono state segnalate dalle varie strutture sanitarie".

La Asl ha poi precisato in una nota: "Nel rifornimento dei farmaci c'è stata una iniziale criticità determinata dal cambio di sede di Estar ma le uregnze sono sempre state garantite nei settori più critici e tutto sta progressivamente tonando alla normalità". 

Nonostante Estar abbia modificato le proprie procedure informatiche, si legge nella nota della Asl, "il direttore sanitario e il direttore del Dipartimento del farmaco dell’Azienda USl Toscana Centro, dichiarano che i farmaci e i dispositivi medici necessari ai pazienti sono stati continuativamente garantiti. In particolare ai pazienti ricoverati nelle aree ad alta complessità assistenziale oltre che ai pazienti oncologici e dializzati". 

L’Azienda USL, nella stessa nota, "smentisce anche che siano stati rinviati nei suoi presidi ospedalieri gli interventi chirurgici programmati e che non siano state assicurate, come sempre, le cure ai pazienti, nonostante il rallentamento dovuto all’approvvigionamento dei medicinali da parte di Estar che si è verificato in questi ultimi giorni in alcuni contesti ospedalieri e territoriali. La situazione, si ribadisce, si sta normalizzando, assicurano sempre dalla AUSL Toscana Centro".



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità