Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità mercoledì 24 giugno 2020 ore 18:19

Per San Giovanni si fa il nocino, ecco la ricetta

La tradizione fiorentina vuole che il 24 Giugno si prepari il nocino a base di noci, zucchero e spezie da bere rigorosamente la notte del 31 Ottobre



FIRENZE — Sono tante le tradizioni legate alla festa di San Giovanni, dall'acqua ripiena di fiori di campo che si prepara durante la notte all'olio di iperico, fino alla preparazione di un liquore tipico: il nocino. Per seguire la matrice magica delle antiche usanze, il liquore preparato a San Giovanni deve essere bevuto per la prima volta nella notte di Ognissanti tra il 31 Ottobre ed il 1 Novembre.

A ricordare la tradizione è stato il Comune di Firenze "Le noci ancora verdi raccolte tra il 23 ed il 24 Giugno erano spaccate in due nel giorno del patrono per essere ricoperte di alcool, zucchero e spezie e lasciate a macerare. Dalla notte di Ognissanti, il 31 Ottobre, il nocino sarebbe stato finalmente pronto per essere bevuto".

Palazzo Vecchio ha pubblicato la ricetta invitando i fiorentini a sperimentare la preparazione casalinga.

Ecco gli ingredienti necessari: 30 noci intere verdi, 1 litro e 1/2 di alcool al 95%, 500 grammi di zucchero, 2 grammi di cannella, 10 chiodi di garofano, 500 ml di acqua e la scorza di un limone.

Come si procede per la preparazione. "Lavare accuratamente le noci e asciugarle. Successivamente queste vanno tagliate in 4 parti uguali e sistemate in un barattolo di vetro. Aggiungere i chiodi di garofano, la scorza di limone, la stecca di cannella e l’alcol. Una volta aggiunti tutti gli ingredienti, bisogna chiudere il barattolo e metterlo a macerazione per un periodo di almeno 45 giorni. Scegliere una posizione parzialmente soleggiata, ad esempio davanti a una finestra che in alcune ore del giorno prenda il sole diretto. È molto importante agitare periodicamente il barattolo, per non far depositare le noci sul fondo, ed estrarre al massimo tutto il contenuto in principi attivi delle stesse. Si consiglia di agitare il barattolo almeno una volta al giorno. Trascorso il periodo di 45 giorni aggiungere lo sciroppo con l’acqua e lo zucchero. In una pentola fate sciogliere 1/2 kg di zucchero in mezzo litro d’acqua, cuocendo a fiamma bassa. Quando lo zucchero è completamente sciolto, spegnete la fiamma e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo filtrate il composto, utilizzando un colino a maglie strette. A questo punto aggiungete lo sciroppo e mescolate accuratamente, ma delicatamente, in modo da ottenere un liquore omogeneo. Il Nocino è pronto per essere imbottigliato, possibilmente in bottiglie scure. Una volta imbottigliato conservatelo in una dispensa per un periodo di 4 mesi. È importante che sia un luogo fresco e al riparo dalla luce del sole".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato a metà mattina innescando l'intervento in forze da parte dei vigili del fuoco con più squadre ed automezzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca