QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 20° 
Domani 11°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 24 aprile 2019

Attualità venerdì 22 aprile 2016 ore 16:27

"Per il nuovo aeroporto serve un lago"

GIACOMO GIANNARELLI SU CONFERENZA STAMPA M5S UN LAGO FERMERA' IL NUOVO PERETOLA - dichiarazione

Il M5S attacca Rossi sull'iter autorizzativo. Secondo Giannarelli il parere finale attende la realizzazione di un lago come quello di Peretola



FIRENZE — Il Movimento 5 Stelle torna a parlare dell’iter autorizzativo del nuovo aeroporto di Firenze. Secondo i pentastellati, contrariamente a quanto indicato da Rossi il 31 marzo, il parere finale sull’opera è vincolato alla realizzazione di un nuovo lago, tale e quale a quello attuale di Peretola cancellato nel masterplan di Enac.

Il Movimento ha anche presentato un'interrogazione urgente in Consiglio Regionale. “Per Rossi la fine della procedura di valutazione d’Impatto Ambientale sul Masterplan del nuovo aeroporto era da attendersi per la metà di maggio - dichiarano dal Movimento - oltre allo stupore per questo annuncio, che contrasterebbe col vincolo di riservatezza imposto ai tecnici interessati, ci chiediamo quale sia la fonte di Rossi e se abbia letto le carte".

Secondo il M5S la Direzione generale delle arti e del paesaggio del Mibact segnala "Che non si potrà chiudere la procedura di via fino a quando Toscana Aeroporti non farà un nuovo lago tale e quale, se non migliore, a quello di Peretola, ricostruendo fedelmente il suo habitat come prescritto dalla direttiva europea".

"Altro che un mese e mezzo, ci vorranno anni. E manca l’area dove mettere questo nuovo lago, perché quelle indicate dal proponente sono state bocciate” ha dichiarato Giacomo Giannarelli, consigliere regionale M5S e vicepresidente della Commissione ambiente e territorio.

“Speriamo sia l’atto finale col quale si fermerà quest’opera inutile e dannosa. Siamo stanchi e meravigliati da questo pressapochismo Pd, dalla ridicolaggine politica di Rossi e Renzi, che su questo progetto hanno trovato una convergenza incredibile nel cercare di andare sopra, in ogni modo, alle indicazioni dei tecnici e quindi della legge” ha precisato Giannarelli.

“Per capire il tenore dei nostri governanti basta citare che il Mibact ha bocciato le proposte attuali sul nuovo lago, perché si voleva far passare come “lago” una vasca stagionale a Sesto Fiorentino, cioè un incavo che si riempie d’inverno e si asciuga d’estate, e una cassa d’espansione con accanto un muro alto tre metri e mezzo".

"Quest’ultimo è vicino alla famosa “bretellina” Lastra a Signa-Prato che ci risulta già oggetto di bando d’affidamento e dovrebbe sostituire il celebre progetto autostradale da 1 miliardo di euro che Regione Toscana voleva fare in project financing con due società, poi fallite, che si sono tenute così i 30 milioni anticipati dalla regione per la fase processuale".

Il Movimento elenca poi le caratteristiche che sarebbero richieste per il nuovo lago: “Uno specchio d’acqua di circa 10 ettari e in più dev’essere ricreato l’habitat naturale del Lago di Peretola. Ci vorranno 5 o 6 anni almeno".

"Noi vogliamo tutelare la Piana, non i rapporti d’amicizia tra Renzi e Carrai o il bisogno di entusiasmo di Rossi -  ha concluso Andrea Quartini, consigliere regionale capogruppo M5S - e continueremo a farlo leggendo le carte e chiedendo il rispetto della legge anche sui progetti che per il Partito Democratico si devono fare per forza”. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Elezioni

Elezioni