Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Attualità sabato 07 gennaio 2017 ore 11:40

Parcheggio selvaggio e strada paralizzata

L'imbuto di auto in doppia fila giorno e notte davanti ai cassonetti rende molto difficile la vita agli automobilisti in via Metastasio



FIRENZE — Un disagio che in molti, nella zona, definiscono quasi cronico tanto è ormai diffusa l'abitudine di lasciare l'auto in doppia fila al termine di via Metastasio, in zona Porta Romana. Un problema che si aggrava soprattutto al mattino, quando compaiono anche i mezzi che devono, inevitabilmente, sostare dall'altro lato della strada per scaricare la merce nei negozi del quartiere. 

Il risultato è che svoltare in via Senese è praticamente impossibile e, in ogni caso, molto pericoloso vista la gimcana che gli automobilisti sono costretti a fare per evitare gli ostacoli che ostruiscono la loro corsia. Per scansarli, infatti, l'unica alternativa è invadere la corsia opposta con il pericolo di vedersi arrivare contro chi gira da via Senese. 

Insomma, un ingorgo senza fine che, dicono i residenti, con un po' di senso civico in più potrebbe essere evitato. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità