QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 22°24° 
Domani 17°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 23 agosto 2019

Attualità martedì 20 giugno 2017 ore 13:50

Palazzo Vecchio si illumina per i rifugiati

Foto twitter Dario Nardella

Il logo dell'Unhcr è stato proiettato sulla facciata per la Giornata mondiale del rifugiato. Il 20 giugno 1951 la firma della Convenzione sui profughi



FIRENZE — La speciale illuminazione è stata allestita in accordo con l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, l'UNHCR. Slogan #WithRefugees per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato che si celebra in tutto il mondo ogni 20 giugno per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione sui profughi da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Il messaggio lanciato intende incoraggiare la solidarietà verso le persone rifugiate con una campagna globale di sensibilizzazione e iniziative istituzionali e culturali per avvicinare le comunità di accoglienza con i rifugiati, informando le persone sulla condizione di oltre 65 milioni di rifugiati e richiedenti asilo.

“Anche quest’anno abbiamo aderito convintamente alla Giornata mondiale del rifugiato e abbiamo appoggiato la campagna di UNHCR che da anni è impegnata in prima linea per salvare i rifugiati di tutto il mondo - ha detto l’assessore comunale Funaro - un impegno che si manifesta su più fronti e con iniziative varie, come questa di Firenze, per sensibilizzare le persone ad una riflessione sui milioni di rifugiati e richiedenti asilo, uomini, donne e minori soli costretti a fuggire da guerre e violenze abbandonando il loro Paese, le loro case e i loro affetti. Persone con una propria storia e un futuro tutto da ricostruire lontano dalle proprie origini e all’insegna dell’integrazione sociale”.

Proprio in materia di accoglienza dei rifugiati la Società della Salute di Firenze e il Comune di Firenze aderiscono al programma di reinsediamento di cittadini già riconosciuti rifugiati da UNHCR provenienti da un paese di primo asilo, dove non vi è possibilità di integrazione o dove possono sorgere rischi rispetto alla protezione acquisita. Il progetto, nello specifico, prevede l’erogazione di tutti i servizi di base e le azioni per i percorsi di inclusione sociale, per gli adulti e per i minori. In questo contesto una decina di giorni fa a Firenze è stata accolta una famiglia di sette cittadini siriani provenienti dal Libano all’interno del progetto ‘Sprar Sds Firenze’ gestito dalla cooperativa sociale ‘Il Cenacolo’. Entro la fine del mese saranno 20 i siriani accolti. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità