QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 11°11° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 19 novembre 2019

Attualità martedì 15 ottobre 2019 ore 14:59

Nuovo stadio, il rebus tra Novoli e Campo di Marte

Il patron viola Rocco Commisso ha accolto con favore la svolta sull'area Mercafir attuata dal Comune di Firenze, intanto però Campo di Marte piange



FIRENZE — Il Comune di Firenze con una accelerazione amministrativa ha aperto l'iter che conduce al bando pubblico per la vendita di una porzione di Mercafir, il mercato ortofrutticolo fiorentino di Novoli, destinata ad accogliere il nuovo impianto sportivo. Il primo cittadino ha aperto così la strada verso la vendita dell'area ad un soggetto privato.

Una operazione di giunta che ha allontanato l'ipotesi di poter utilizzare altri terreni fuori dall'area comunale ed è stata accolta con favore da parte della società guidata da Rocco Commisso e con preoccupazione da parte dei residenti del Campo di Marte, soprattutto tra coloro che hanno sottoscritto un appello per la riqualificazione dell'Artemio Franchi che oggi sono tornati a ribadire "Che per gli standard attuali il Franchi sia obsoleto è evidente, ma rifiutarsi di restaurarlo, copertura totale compresa, significa abbandonarlo a un’inevitabile decadenza. Mantenerlo in sicurezza solo per poche manifestazioni costerebbe un’enormità, uno spreco inaccettabile a carico dei fiorentini. Dunque per il Comunale si preparerebbe un destino prevedibile: sgretolamento strutturale, degrado, occupazioni, droga, violenze, come già a Roma allo stadio Flaminio. La strada del restauro è perciò obbligata. La Soprintendenza se ne faccia una ragione, Palazzo Vecchio anche".

La previsione urbanistica relativa al Centro alimentare polivalente prevede la realizzazione di un impianto sportivo pubblico. "Per rendere possibile l’ipotesi di realizzare uno stadio di proprietà privata, sempre di interesse pubblico, accelerando i tempi e senza impegnare risorse comunali nella futura manutenzione dell’impianto - ha spiegato la giunta di Palazzo Vecchio - è stato dato il via libera alla modifica dell’attuale previsione urbanistica". La giunta ha subordinato la realizzazione degli interventi del comparto sud all’esecuzione di alcune opere infrastrutturali: svincolo di Peretola, tramvia Linea 2, fermata Peretola del servizio ferroviario metropolitano. 

Rocco Commisso ha commentato la svolta da parte dell'amministrazione con queste parole "Il Comune e il Sindaco Nardella hanno fatto un importante passo in avanti per permettere a chi vuole investire come noi della Fiorentina sul territorio, di avere certezze e iter chiari e più snelli. Iniziano a vedersi concrete possibilità per realizzare un’opera importante come potrà essere il nuovo stadio della Fiorentina. Continueremo il nostro dialogo e incontri con il Comune e i rispettivi team di lavoro così che si possa procedere in maniera spedita". 

Per procedere alla vendita serve adesso una perizia estimativa sul valore del complesso immobiliare ‘stadio e attività private’. Mercafir inoltre dovrà fornire un piano di dettaglio con modalità e tempistiche di realizzazione del nuovo mercato ortofrutticolo, prevedendo la riconsegna entro 24 mesi dell’area del comparto sud dove è prevista la realizzazione del nuovo stadio. Gli introiti derivanti dalla vendita del comparto sud serviranno per la realizzazione del comparto nord.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca