Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE19°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Attualità sabato 03 aprile 2021 ore 14:31

Nuovi poveri chiedono aiuto per affitti e bollette

Le Misericordie Fiorentine attivano un servizio di sostegno grazie ad una donazione anonima. Tra i nuovi bisogni anche wifi e strumenti per la dad



FIRENZE — Chiedono aiuto per pagare l'affitto, le bollette ma anche solo per poter fare la spesa o sostenere le visite mediche, per non parlare dell'acquisto del wifi e degli strumenti digitali necessari per la didattica a distanza, sono queste le necessità dei nuovi poveri intercettati dalla Misericordia di Firenze. 

Il Coordinamento Misericordie Area Fiorentina ha deciso di aiutare le nuove famiglie in regime di povertà con un progetto reso possibile grazie alla donazione di una famiglia che vuole rimanere anonima e che ha destinato i fondi “ad opere in favore delle famiglie colpite dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria anche sul piano sociale ed economico”.

Secondo il rapporto 2021 della Caritas di Firenze tra metà Aprile 2020 e Febbraio 2021 le presenze alla Caritas sono aumentate del 10,8 per cento rispetto al periodo pre pandemia, mentre il numero delle persone che si sono presentate ai servizi è salito del 42 per cento. Quasi 9.000 sono “nuovi poveri”, persone che si sono affacciate al circuito della Caritas per la prima volta.

“Ringraziamo la famiglia che con la propria generosità ha permesso di avviare questo importante progetto che offre un servizio in rete tra le Misericordie, valorizzando quanto le nostre associazioni già svolgono, senza duplicazioni, potenziando semmai risorse ed opportunità” ha detto il presidente del Coordinamento Misericordie dell'Area fiorentina Andrea Ceccherini.

Enrico Sardelli, direttore del Coordinamento ha sottolineato “I bisogni sono cambiati, e noi cerchiamo di dare una risposta alle nuove esigenze che la pandemia fa emergere: anni fa per esempio avere il wifi era considerato un lusso, ora è indispensabile per permettere ai figli di seguire la Dad”.

Un numero verde 055.4282770 sarà attivo dal 6 Aprile, nei giorni feriali dal lunedì al venerdì con orario 11-15, un operatore raccoglierà le esigenze di persone e famiglie residenti nella provincia di Firenze, compilerà una scheda con le informazioni sull'utente, le necessità, l'urgenza dell'intervento. Le richieste saranno raccolte ogni giorno alle 15 dal Coordinamento che le gestirà, secondo le priorità, indirizzandole alle singole associazioni competenti per territorio, per meglio rispondere ai bisogni specifici, offrendo una soluzione personalizzata, caso per caso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Spopola il post dell'Abate Bernardo. Fino a 45 chilogrammi di miele, tanto potranno produrre le 90mila api in alta stagione sul colle di San Miniato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità