Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:27 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Col braccio in silicone a fare il vaccino, l'infermiera: «L'ha definito un costume di scena»

Attualità mercoledì 27 ottobre 2021 ore 18:23

Nuove tramvie, prime gare entro l'estate 2022

cartello cantiere tramvia

Dopo l'annuncio dell'inserimento delle linee per Campi Bisenzio e Bagno a Ripoli nel Pnrr, si inizia a pianificare il cronoprogramma



FIRENZE — Prime gare entro l'estate 2022 per le nuove linee tramviarie 4 per Campi Bisenzio e 3.2.1 per Bagno a Ripoli: è l'obiettivo a cui si punta, indicato dal sindaco di Firenze Dario Nardella a poche ore dall'annuncio del presidente della Regione Eugenio Giani dell'inserimento delle due tratte nel Pnrr, con relativo finanziamento da 370 milioni di euro.

Nardella prevede a breve un incontro con in primi cittadini dei due comuni della Piana e del Chianti fiorentino per formulare una pianificazione comune, ma intanto fa il punto della situazione e guarda avanti definendo una serie di tappe verso la realizzazione delle opere, fissata al 2026.

E intanto Nardella sottolinea il neo: "Rimane fuori dai finanziamenti la prosecuzione della linea 2 fino a Sesto Fiorentino, obiettivo sul quale speriamo di tornare sui prossimi mesi". Ma nel complesso: "Si tratta di un miliardo e 100 milioni che arriveranno al Comune per le tramvie". 

Per quanto riguarda la linea per Campi Bisenzio il lotto 1 Leopolda-Piagge è già finanziato (oltre 166 milioni) ed attualmente è in corso la fase di approvazione del progetto definitivo a cura del Ministero. L'obiettivo è di bandire la gara per la realizzazione entro l'estate 2022 ed avviare i lavori nel 2023. La durata della realizzazione è prevista in 30 mesi con conclusione dei lavori entro il 2025. 

Il lotto 2 Piagge-Campi Bisenzio, per quali dal ministero arriveranno poco più di 222 milioni di euro, è in corso la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica che sarà pronto entro dicembre. I passaggi successivi sono la gara nel 2022 e l'aggiudicazione entro giugno 2023 con l'inizio dei lavori ad ottobre dello stesso anno. Grazie a questa opera si potranno abbattere 4.800 tonnellate di CO2 all'anno e si potrà collegare il centro di Campi Bisenzio al capoluogo della città metropolitana.

Per quanto riguarda la linea Libertà-Bagno a Ripoli, il ministero ha di fatto tramutato i fondi statali precedenti, perchè la linea 3.2.1 era già finanziata salvo gli 80 milioni della Regione. Pertanto si tratta della conferma della copertura finanziaria con una modifica della fonte di finanziamento (complessivamente 305 milioni di cui 280 dal Mims). Dal punto di vista della tempistica, è stato approvato il progetto preliminare e, dopo la chiusura della conferenza dei servizi, è in via di approvazione il progetto definitivo. 

L'avvio dei lavori è previsto per settembre 2022 e la conclusione per Natale 2025. Anche per la prosecuzione verso lo stadio e Rovezzano (linea 3.2.2) è stata approvata la progettazione preliminare ed è in corso quella definitiva con l'obiettivo di iniziare i lavori a metà 2023 e concluderli entro il 2026. Costo: 259 milioni di euro di cui 249 dal Mims. A questo si aggiungono i 55 milioni per la Vacs (variante alternativo al centro storico), i 50 milioni per la prosecuzione per Sesto Fiorentino già nella disponibilità del Comune (costo complessivo 232 milioni di euro) e i fondi che arriveranno dalla Regione all'amministrazione comunale per il prolungamento della linea 1 da Careggi al Meyer.

"Questo impegno complessivo di 370 milioni di euro si somma ai 230 milioni di euro della linea Libertà-stadio-Rovezzano e agli altri per le altre linee per un totale che supera un miliardo e 100 milioni di euro. Il più grande investimento mai realizzato in un lasso di tempo di pochi anni – sottolinea ancora Nardella -. Ci vedremo al più presto con i sindaci di Bagno a Ripoli e Campi Bisenzio per mettere a punto le tempistiche e gli obiettivi progettuali e confidiamo anche nel fatto che la Regione possa, come anticipato dal presidente Giani, riassegnare gli 80 milioni di euro, precedentemente previsti dai fondi Fesr, inserendoli nel bilancio".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I fiorentini si erano abituati al servizio di Ataf che permetteva di geolocalizzare le vetture e conoscere in tempo reale il ritardo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità