Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:FIRENZE11°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità venerdì 29 dicembre 2017 ore 10:15

Nelle feste i musei fanno il botto

Nel fine settimana di Natale si è registrata una crescita del 76 per cento rispetto agli stessi giorni del 2016. Trainanti le grandi mostre



FIRENZE — A guardare i numeri il primo fine settimana di feste è andato molto bene per i musei fiorentini e uno sguardo alle code di turisti che spuntano nelle strade del centro storico basta a capire che in queste vacanze di Natale sono stati tanti quelli che hanno scelto di visitare il capoluogo toscano e i suoi monumenti. 

Agli Uffizi, gli ingressi tra il 23 dicembre e Santo Stefano sono stati 16.057, cioè 6.948 in più rispetto ai 9.109 dell'anno scorso. In termini percentuali quindi la galleria degli Uffizi è cresciuta del 43 per cento. Boom anche per il Giardino di Boboli in salita del 190 per cento mentre ancora più alto è il dato che riguarda Palazzo Pitti, dove l'aumento è stato del 343 per cento. 

Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt ha così commentato i risultati: "Le due mostre 'Leopoldo de' Medici principe dei collezionisti', di grande successo critico e con il pubblico, e l'appena inaugurata 'Tracce: Dialoghi ad arte' nel Museo della Moda e del Costume, sono sicuramente servite a mettere i riflettori su Palazzo Pitti con i suoi musei, favoriti tra l''altro già dal biglietto unico introdotto a maggio scorso".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuova odissea mattutina per i pendolari diretti al capoluogo. Stamani la ressa impediva il distanziamento. Si sono verificati ritardi di oltre un'ora
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

STOP DEGRADO

Attualità

Cronaca

Attualità