Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:40 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Cultura venerdì 13 settembre 2019 ore 15:28

Pazzi per Bud, a Napoli una mostra "fiorentina"

Da Trinità a Piedone, la mostra allestita al Palazzo Reale di Napoli è già un successo assoluto di pubblico ed è un progetto Made in Florence



FIRENZE — Inaugurata nel cuore di Napoli, la mostra su Bud Spencer in programma da oggi all'8 dicembre al Palazzo Reale è un progetto che nasce a Firenze. Progetto allestimento e video installazioni sono, infatti, a cura di Art Media Studio - Firenze.

Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli è stato protagonista indiscusso del cinema italiano assieme al compagno Terence Hill, Mario Girotti, ma anche da solo in pellicole rimaste nel cuore dei cinefili come Piedone o Lo Sceriffo Extraterrestre.

La rassegna è curata da Umberto Croppi e co-prodotta da Equa e Istituto Luce - Cinecittà, ed offre al pubblico un tuffo, è il caso di dirlo, nella vita di Carlo Pedersoli, dalle bracciate in piscina ai set cinematografici. Sportivo, pilota di elicottero, qualcuno ricorderà di averlo visto nelle vesti di istruttore di volo in alcuni film, è entrato nella memoria collettiva come un commissario senza macchia e senza paura, un pistolero burbero dall'animo gentile e nei tanti ruoli che ha interpretato ha sempre lasciato un segno indelebile. 

Nella Sala Dorica l'esposizione è stata presa letteralmente d'assalto dai fan che hanno già ammirato il Saloon di Trinità, si sono mossi tra i palloncini colorati che rimandano alla celebre scazzottata di Altrimenti ci arrabbiamo dove Bud e Terence si sfidano per "un'auto rossa con cappottina gialla" e non mancano i vicoli di Napoli, quelli in cui il commissario Rizzo combatte la camorra a mani nude.

La mostra racconta il mondo che si è mosso intorno a Bud Spencer: dal suo straordinario partner Terence Hill, ai registi con i quali ha collaborato: Steno, Olmi, Festa Campanile, Montaldo, Colizzi, Clucher e ancora Argento, Castellari, Deodato, Capone, senza dimenticare gli autori delle colonne sonore da Micalizzi ai fratelli De Angelis e ai La Bionda solo per citarne alcuni. 

L’esposizione, narrata dalla stessa voce di Bud Spencer, è un viaggio con impianti multimediali, videomapping, proiezioni su pannelli, oggetti di scena, premi italiani ed internazionali ricevuti sia come artista che come sportivo, articoli di giornali di tutto il mondo, poster, manifesti di film, bozzetti originali, foto pubbliche e private, gadget e molto altro. La mostra è sostenuta da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e la collaborazione della famiglia: la moglie Maria Amato e i figli Giuseppe, Cristiana e Diamante Pedersoli. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Attualità

Attualità