Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Proseguono gli abbattimenti sulla A24, nel tratto Roma-L'Aquila: demolito anche il viadotto Le Pastena

Attualità lunedì 27 settembre 2021 ore 16:56

Morto Bruno Gambone, maestro della ceramica

Bruno Gambone - Foto Cna

Figlio d'arte ha collaborato con i grandi artisti del Novecento. Nato a Vietri sul Mare, dall'America è tornato in Italia per stabilirsi a Firenze



FIRENZE — Bruno Gambone è scomparso all'età di 84 anni, la Cna di Firenze ha espresso cordoglio per la perdita del grande rappresentante dell’arte italiana nel mondo. Presidente per un decennio e presidente onorario dell'associazione nazionale artigiani.

Per oltre mezzo secolo Gambone è stato protagonista dell’artigianato artistico fiorentino, nazionale e internazionale, come ricorda Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Imprese Firenze “La figura di Gambone è una di quelle figure che si muovono sul confine tra arte e artigianato. Era artigiano e artista insieme. Ci legavano rapporti personali di amicizia e rapporti associativi. La sua scomparsa è una grande perdita per il settore e per la città di Firenze che mi auguro saprà continuare comunque a godere della sua arte. Confartigianato si unisce al dolore della famiglia”.

Era nato il 18 Ottobre del 1936 a Vietri sul Mare sulla Costiera Amalfitana, capitale della ceramica. Era figlio d’arte di Guido, grande maestro di origini irpine.

Si era trasferito con la famiglia a Firenze a dieci anni e si era avvicinato alla ceramica adolescente, nell’atelier del padre ma poi si era dedicato ad altre esperienze artistiche dalla decorazione di stoffe alla pittura su tela prima di trasferirsi negli Usa. 

A New York collabora con artisti del calibro di Robert Rauschenberg, Roy Lichtenstein e Andy Warhol. Per il ritorno in Italia sceglie Milano, una delle capitali dell’avanguardiadove collabora con Lucio Fontana e Paolo Scheggi. Nel ’69, con la morte del padre, torna a vivere a Firenze stabilmente per dedicarsi alla ceramica. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due gli agenti feriti la scorsa notte negli scontri con un gruppo di giovani tra cui minorenni. Usciti da un locale avevano preso a calci una vetrina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS