Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità giovedì 11 novembre 2021 ore 17:18

Conto alla rovescia per la maratona di nuoto Aisla

persone presentano la manifestazione
La presentazione dell'iniziativa

Mancano meno di 48 ore al primo tuffo nelle piscine di San Marcellino e per la prima volta di Mezzana a Prato. Anche Ciulli in vasca contro la Sla



FIRENZE — Meno di 48 ore al primo tuffo per Aisla Firenze. E' iniziato il conto alla rovescia per l’oramai consueta maratona di nuoto di 24 ore "Una vasca per Aisla Firenze". La manifestazione, a cui partecipa anche l'argento paralimpico a Tokyo 2020 Simone Ciulli, si svolge nella piscina di San Marcellino e, per la prima volta, anche in quella di Mezzana a Prato.

Tutti in acqua contro la Sla, dunque, nell’iniziativa benefica in programma sabato 13 e domenica 14 e presentata oggi in Palazzo Medici Riccardi, sede della Città Metropolitana che ha dato il patrocinio all'iniziativa. A fare gli onori di casa il consigliere metropolitano delegato alla promozione sociale e sport Nicola Armentano, che ha ricordato come “l’evento di Aisla Firenze aiuta a mantenere alta l’attenzione su una malattia che colpisce pochi, ma investe tutte le famiglie".

“Quando lo sport si lega alla solidarietà ne nasce un grande messaggio universale", ha sottolineato l'assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione, anche lui tra i partecipanti alla maratona di nuoto. Simone Ciulli non farà mancare il proprio contributo: "Lo sport aiuta tutti, soprattutto le persone con disabilità e in questo caso le persone con Sla, che, al momento è ancora inguaribile".

Barbara Gonella, presidente di Aisla Firenze, ringrazia "le Istituzioni che ci hanno dato il patrocinio e un sostegno essenziale e Simone Ciulli che ci dimostra come si possa vivere una disabilità con dignità. Aisla Firenze lavora per l’assistenza ma anche come advocacy per migliorare le prestazioni. Anche per questo il ruolo di Aisla è fondamentale. Dieci anni fa c’era il deserto, oggi c’è un punto di riferimento per le persone con Sla, per i caregiver ma anche per le Istituzioni politiche e sanitarie che, grazie a iniziative benefiche come questa, può sostenersi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio, sviluppatosi nella tarda mattinata, ha coinvolto un fabbricato e in particolare la copertura. Sul posto i vigili del fuoco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità