Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:00 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'annuncio di Bertolaso: «Tutti i lombardi vaccinati entro le vacanze»

Cronaca giovedì 18 luglio 2019 ore 14:02

Madre e figlia ubriache molestano i clienti

All'arrivo dei carabinieri li hanno presi a pugni nel viso, le due donne hanno creato il panico all'interno di un locale del centro storico



FIRENZE — Due donne, madre e figlia, in stato di alterazione psicofisica dovuta all'assunzione smodata di sostanze alcoliche, hanno molestato i clienti di un locale di via Nazionale e sono dovuti intervenire i carabinieri che sono stati presi a pugni dalla più giovane.

L'episodio è accaduto durante la notte, verso le 1 e 30, presso un locale dove erano state segnalate le donne, entrambe di nazionalità britannica, madre e figlia rispettivamente di anni 50 e 26 che hanno aggredito i militari intervenuti per riportare alla normalità la situazione all’interno dell’esercizio pubblico.

Durante l'identificazione una della donne, la più giovane, ha colpito con un pugno al volto uno dei militari che è caduto violentemente a terra ed è finito al Pronto Soccorso dell’ospedale di Santa Maria Nuova dove è stato giudicato guaribile in sette giorni per le lesioni riportate. 

Le due donne sono state dichiarate in arresto per i reati di violenza, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Entrambe, giudicate con rito direttissimo fissato per la giornata odierna hanno avuto la misura dell'obbligo di dimora.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia municipale ha diramato le fotografie di quattro biciclette recuperate al fine di individuarne i proprietari per la restituzione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca