Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 08 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Incendi nel savonese: notte da incubo ad Albenga, case bruciate ed evacuati. Chiuso l'aeroporto

Spettacoli sabato 09 dicembre 2017 ore 12:43

L'organo della Cattedrale è tornato a suonare

Grande successo per il concerto inaugurale dell’organo della Cattedrale di Firenze, restaurato grazie all’Opera di Santa Maria del Fiore



FIRENZE — Oltre 1500 persone hanno partecipato ieri sera al concerto inaugurale per l’ampliamento e il restauro dell’organo della Cattedrale di Firenze, un Mascioni “opus 805”. 

Una lunga coda di persone si è formata in piazza Duomo per oltre un’ora, che hanno atteso pazientemente, sotto la pioggia, il loro turno. 

Dopo la benedizione dell’organo da parte dell’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, il concerto si è aperto con il coro di voci bianche della Cappella Musicale del Duomo di Firenze, i “Pueri Cantores”, ed è proseguito sulle note di Wolfgang AmadeusEugene Gigout, Franz Liszt e uno struggente Francis Poulenc. All’organo Oliver Latry, primo organista della Cattedrale di Notre-Dame a Parigi e concertista di fama mondiale, accompagnato in un brano da Daniele Dori, e dall’Orchestra dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino diretti dal maestro di Cappella Michele Manganelli.

Nel suo intervento Il cardinale Giuseppe Betori ha citato Papa Ratzinger che in un suo discorso del 2006, benedicendo il nuovo organo della Alte Kapelle a Regenburg in Germania diceva: "L’organo, da sempre e con buona ragione, viene qualificato come il re degli strumenti musicali, perché riprende tutti i suoni della creazione. Dà risonanza alla pienezza dei sentimenti umani, dalla gioia alla tristezza, dalla lode fino al lamento. Inoltre, trascendendo come ogni musica di qualità la sfera semplicemente umana, rimanda al divino".

Grazie al restauro e all’ampliamento dell’organo, il Duomo di Firenze si dota di uno strumento musicale ricco di sonorità e all’avanguardia nella tecnologia, al pari di quelli maestosi delle grandi Cattedrali europee. L’organo, un Mascioni Opus 805, suddiviso in sei corpi sonori, 4 consolles e 7.551 canne, grazie alla sua potenza sonora potrà accompagnare in maniera puntuale le liturgie della Cattedrale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Calano i contagi nella provincia di Firenze dove non sono stati registrati ulteriori decessi nelle ultime 24 ore. Sono 442 i positivi nella Asl Centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca