Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:FIRENZE17°27°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità martedì 03 gennaio 2017 ore 12:32

Le strisce nuove già spariscono

Consumatori sul piede di guerra per lo stato della nuova segnaletica in via Nazionale. L'Aduc: "Il Comune spieghi perché il colore si sta squagliando"



FIRENZE — Poche settimane dal rifacimento e già in mezzo alle strisce pedonali e al segnale di stop in fondo a via Fiume all'altezza di largo Alinari già si aprono dei buchi dovuti alla scomparsa del colore. 

Ora l'Aduc, l'Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, chiede spiegazioni in una nota indirizzata al Comune di Firenze sulle cause di questo degrado precoce: "Chi ha fatto le nuove strisce pedonali in Via Nazionale? A distanza di qualche settimana dalla ripavimentazione e ripitturazione di quella strada piena di auto e pedoni, la segnaletica orizzontale si sta squagliando (vedi foto). Sono stati usati materiali scadenti per risparmiare? L'opera è stata affidata a personale incapace? Il Comune sta già ponendo rimedio oppure rimane in attesa che le strisce scompaiano del tutto per poi incaricare nuovamente la stessa gente per rifarle?"

Ora l'associazione, prosegue la nota, si aspetta "che l'Amministrazione comunale individui la causa di questo pessimo lavoro e proceda nei confronti dei responsabili per porvi rimedio senza ulteriori spese. I contribuenti non devono spendere un euro in più per quella strada ed hanno il diritto di essere informati sul perché i loro soldi sono stati utilizzati per risultati così scadenti. Se il Comune invece non agirà a tutela del cittadino-contribuente e della sicurezza stradale, saremo costretti a chiedere che se ne occupi la magistratura contabile e quella penale". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno