comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:10 METEO:FIRENZE5°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Cultura mercoledì 20 giugno 2018 ore 13:10

Le monumentali sculture di Koenig in Boboli

Retrospettiva con 160 opere dell'artista tedesco peso massimo dell'arte contemporanea. Sua la sfera tra le Torri gemelle scampata all'11 settembre



FIRENZE — La sua celebre opera "Sfera", collocata nel 1971 ai piedi delle Torri gemelle di Manhattan, è oggi un monumento alla memoria e si trova al Battery Park. L'opera, gravemente danneggiata, è scampata all'attentato dell'11 settembre 2001 al World Trade Center. Suoi anche i monumenti dedicati alle vittime del campi di concentramento di Mauthausen e agli atleti israeliani uccisi alle Olimpiadi di Monaco nel 1972.

Fritz Koenig, scomparso nel 2017, è considerato uno dei più importanti scultori del XX secolo e una selezione di 160 sue opere ora è stata scelta per la grande retrospettiva tra la Galleria degli Uffizi e il giardino di Boboli. 

La mostra, in programma dal 21 giugno al 7 ottobre e curata da Alexander Rudigier e Eike Schmidt, propone anche 24 sculture monumentali installate tra i viali e le siepi di Boboli, a ritmare lo spazio con le loro forme. 

Quello che si offre alla vista, ha detto il direttore degli Uffizi Eike Schmidt è "l'intreccio prezioso fra le loro forme, lisce o ruvide, spesso apparentemente instabili e padrone di uno studiato disequilibrio, e lo sfondo di panorami unici e le quinte delle siepi, dei grandi alberi, dei prati". 



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità