Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 26 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Otto e mezzo, Obama e Springsteen: «Noi outsider? Ci interessa dare voce agli esclusi»

Attualità mercoledì 08 settembre 2021 ore 09:33

La rinascita dal degrado che spiazza i residenti

Si aspettavano panchine e fontane ’ma è arrivata un'installazione contemporanea da usare come fondale per un teatro all’aperto. E' solo il primo passo



FIRENZE — L'installazione contemporanea e temporanea per Piazza Dallapiccola ha spiazzato alcuni residenti che si aspettavano una trasformazione urbanistica ma è solo il primo passo verso la riqualificazione, garantiscono da Palazzo Vecchio. 

Un tam tam sul Whatsapp del vicinato ha accompagnato l'allestimento "Ma cosa è?" "Ma stiamo scherzando?" "Questa è la rigenerazione urbana?" "Ma è un ponteggio, o sono i lavori in corso?". 

E' l'inizio di un percorso di attività partecipative aperte che andranno avanti fino a Dicembre: "l'obiettivo è focalizzare l’attenzione allo spazio pubblico e riattivare la piazza, già oggetto dell'indagine attiva e partecipativa di “Spazi Sospesi”, il progetto della Fondazione Architetti Firenze con la co-curatela scientifica del collettivo Ground Action".

L'area di via Maragliano spoglia e da riqualificare è stata oggetto di un laboratorio partecipato attraverso la Fondazione Architetti Firenze e in collaborazione con il Comune di Firenze e la Fondazione Cr Firenze nell'ambito del bando 'Paesaggi Comuni 2021' per la rigenerazione urbana.

La Fondazione Architetti Firenze ha ricevuto un sostegno da Fondazione Cr Firenze per il progetto in partenariato con Fabbrica Europa. L'installazione su piazza Dallapiccola è curata da Azzurra Brugiotti, vincitrice del concorso di autocostruzione promosso dalla Fondazione con l'affiancamento dell’architetto Elena Barthel "L'installazione “From architecture into art” si pone come muro permeabile all’interno della piazza e offre la possibilità di una lettura inedita della piazza stessa. Il nuovo paesaggio creato dall’inserimento del segno contemporaneo diviene il fondale del “teatro” all’aperto che ospiterà le attività proposte".

Fabbrica Europa ha proposto alcuni eventi come “Il Quartiere che risuona”, con “La Polverosa”, la banda dei giovani del quartiere diretta da Andrea D'Amico, trombone del Maggio Musicale Fiorentino, Funk Off, funky marchin’ band diretta da Dario Cecchini, per un'azione sonora sulle balconate dello studentato Mario Luzi con chiusura su piazza Dallapiccola. Tra le collaborazioni anche quella con Sociolab per quel che concerne la facilitazione dei processi per la crescita delle comunità a partire dalle persone attraverso la partecipazione e la ricerca sociale e Confesercenti che supporta il progetto in riferimento allo sviluppo della rete degli operatori del commercio presenti sul territorio. Infine la rete di giovani artiste del “Centro di creazione e cultura” affronterà un'indagine preliminare sul territorio a partire dagli abitanti dello studentato Mario Luzi e dai nuclei di vicinato: da questa indagine si svilupperanno percorsi laboratoriali di storytelling.

“Un modello innovativo di progettazione partecipata - ha sottolineato l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Cecilia Del Re - per dare un senso, ancorché provvisorio, a un luogo della città che merita di trovare definizione come piazza Dallapiccola, in attesa della definizione di un contenzioso che ci impedisce di procedere con una progettazione definitiva. Un progetto orientato alla flessibilità e al riuso che unisce più dimensioni: dal recupero urbano, alla cultura, all’arte per riportare i cittadini a vivere la piazza in uno scambio tra ambiente, ruolo sociale dello spazio e creatività. Sono diversi i luoghi come piazza Dallapiccola che necessitano di interventi di agopuntura urbana per far emergere potenzialità e funzioni che questi spazi possono avere. Per questo, il metodo di piazza Dallapiccola vuol essere anche la sperimentazione di uno strumento da replicare altrove in città”.

“Prosegue il percorso intrapreso per la rinascita di piazza Dallapiccola - ha evidenziato il vicesindaco di Firenze Alessia Bettini - grazie al bando 'Paesaggi Comuni' che si conferma strumento decisivo per ripensare gli spazi urbani attraverso la partecipazione e opportunità importante, soprattutto alla luce della fase storica attuale, segnata dalla pandemia. Siamo orgogliosi di sostenere queste esperienze che danno centralità ai cittadini, per rendere più belle, vive e vissute tante parti della nostra Firenze”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un'altra libreria chiude i battenti in città, questa volta tocca a Nardini Bookstore dopo undici anni di attività, iniziata l’8 Dicembre del 2010
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Toscani in TV