QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°13° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 20 maggio 2019

Cronaca giovedì 22 febbraio 2018 ore 18:06

In un giorno tredicimila euro di multe

Maxi controlli nella zona del quartiere 5, fermati 573 veicoli con due denunce per ricettazione e la scoperta di una truffa



FIRENZE — Controlli mirati effettuati stamani dagli agenti del distaccamento di Rifredi insieme ai colleghi del reparto tecnologie di supporto con l'utilizzo dello scout speed. 

In tre ore e mezzo, dalle 8.30 alle 12, sono stati controllati 573 veicoli, elevate numerose sanzioni per un totale di 13mila euro tra cui numerose per mancata revisione e assenza di copertura assicurativa.

Nella prima parte del servizio il dispositivo è stato utilizzato in movimento (a strascico). Gli agenti hanno prima sequestrato due veicoli in via Respighi per mancanza di assicurazione e poi nel piazzale delle Cascine hanno fermato un quadriciclo. Al proprietario, residente a Firenze, sono state contestate la mancata revisione e la mancanza di copertura assicurativa. A queste multe si è aggiunta una terza sanzione da 1.835 euro per il suo rifiuto a portare il veicolo in area privata dove “scontare” la durata del sequestro. 

Nella seconda parte del servizio invece lo scout speed è stato in due posti di controllo prima in via Pratese e successivamente in via Pistoiese. Quaranta i veicoli fermati: gli agenti hanno elevato sanzioni per 8.264 euro e complessivamente sono stati decurtati 80 punti dalle patenti. Sequestrate anche cinque auto per mancanza di copertura assicurativa, dodici i veicoli trovati senza revisione e una patente ritirata perché scaduta.

È proprio durante questo controllo che gli agenti si sono imbattuti in due cittadini rumeni a bordo di un veicolo, sempre con targa rumena. Da un attento esame è emerso che i documenti attestante l’avvenuta revisione del mezzo erano falsificati. Gli agenti hanno inoltre trovato all’interno del veicolo una valigia contenente una tuta in pelle e un paio di stivali da motociclista. Abbigliamento tecnico di grande valore e di marca con i due uomini che, alle domande degli agenti, non hanno saputo spiegarne la provenienza. Per questo sono stati denunciati per ricettazione.

Tra i veicoli risultati senza assicurazione anche il caso di un conducente che pensava di essere in regola e invece ha scoperto, grazie agli agenti, di essere stato truffato. Dal controllo effettuato al terminale è infatti risultata la sospensione della polizza nel maggio 2017. Agli agenti il proprietario ha spiegato che al momento dell'acquisto dell'auto nuova aveva accettato la proposta della concessionaria riguardo una polizza con un costo inferiore di due terzi rispetto a quella che aveva.

Quella acquistata non era però una polizza rc-auto ma solo una copertura per furto e incendio come ha confermato telefonicamente il call center della compagnia contattato dagli agenti. 

A peggiorare la situazione il fatto che nella polizza non era riportata la targa del veicolo ma in numero del telaio e quindi non è risultata valida neppure la copertura di incendio e furto. All’uomo non è rimasto che contattare il vecchio assicuratore per riattivare la polizza sospesa a maggio.

Nonostante questo, visto che comunque mancava la copertura assicurativa, anche per lui è scattata la sanzione da 849 euro e il sequestro dell'auto. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Attualità