Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE10°12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 11 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Principe Filippo, colpi a salve di cannone in tutto il Regno Unito

Attualità venerdì 05 marzo 2021 ore 14:03

La Divina Commedia in 33 lapidi dedicate a Dante

Un bignami della Divina Commedia sparso per tutta Firenze. Sono state geolocalizzate le 33 lapidi fiorentine che riportano versi danteschi



FIRENZE — Sono state geolocalizzate le 33 lapidi fiorentine dedicate al Sommo Poeta. Contengono terzine della Divina Commedia.

Sono state raccolte sul portale Open Data del Comune di Firenze per rendere accessibili, nell’anno delle celebrazioni del 700esimo anniversario della morte di Dante, le iscrizioni dedicate ai versi del Sommo Poeta delle quali è ora possibile consultare la trascrizione e un utilizzo in formato aperto.

Con le lapidi dantesche salgono a 1850 i dataset rilasciati dalla direzione Sistemi informativi sul portale OpenData del Comune di Firenze.

“Il progetto delle lapidi dantesche risale agli inizi del 900 - ha detto l’assessore all’Innovazione e sistemi informativi Cecilia Del Re - quando, su iniziativa del Comune di Firenze, vennero collocate sul territorio dopo essere state vagliate da un’apposita commissione. A oltre un secolo di distanza, in occasione delle celebrazioni dantesche, abbiamo voluto rendere omaggio al Sommo Poeta mettendo a disposizione dei cittadini le informazioni e i dati che l'Amministrazione possiede a riguardo. Un modo per facilitare la lettura del legame tra il Poeta e la città attraverso i brani della Divina Commedia collocati in luoghi che rievocano quelle stesse terzine. Un’occasione anche per creare ancora nuovi itinerari a disposizione di cittadini, guide turistiche, operatori del turismo e pellegrini che arriveranno a Firenze e che quindi, utilizzando gli open data del Comune di Firenze, potranno creare nuove iniziative di racconto e celebrazione del nostro Sommo Poeta”.

“Come assessore alla Toponomastica e alla Cultura della Memoria - ha detto l’assessore Alessandro Martini - non posso che fare un plauso a questa iniziativa che aiuta a far memoria di punti di riferimento, anche se in modo virtuale, utili a ricostruire la cultura in questo caso dantesca della nostra città, in particolare dei luoghi legati alla figura del sommo poeta. Ringrazio l'assessorato all'innovazione e al turismo per aver portato avanti questo progetto”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due mamme e un uomo sono finiti in arresto per abusi sulle figlie e diffusione su internet le immagini delle violenze. Le bimbe sono in luoghi sicuri
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Toscani in TV