comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:56 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità lunedì 29 maggio 2017 ore 11:41

In marcia contro gli asili nido in appalto

Foto facebook Cgil Firenze

Corteo dei lavoratori contro la decisione del Comune di affidare a soggetti esterni i servizi educativi anziché procedere alla gestione diretta



FIRENZE — Un corteo attraverso il centro storico da piazza Santa Maria Novella a Palazzo Vecchio, passando per via dei Fossi, ponte alla Carraia, lungarno Guicciardini, ponte S.Trinita, lungarno Acciaiuoli, Por S.Maria, via Calimala, piazza della Repubblica, via Roma, piazza Duomo, via del Proconsolo, piazza San Firenze.

Tutto questo, spiega in una nota la Cgil di Firenze, per dire no all'affidamento in appalto dei servizi educativi. “Lo sciopero è stato proclamato in seguito alla decisione del Comune di Firenze di appaltare un altro asilo nido, il Grillo Parlante ed esternalizzare le attività educative e di ampliamento dell'offerta educativa di ulteriori tre scuole dell'infanzia: Cadorna, Capponi e Andrea del Sarto. - hanno detto la segretaria generale della Cgil fiorentina Paola Galgani e il segretario generale della Funzione Pubblica della Cgil Alessandro Giorgetti - Tutto questo in controtendenza rispetto alle novità legislative che, a differenza degli anni precedenti, consentono la possibilità di assumere nuovo personale in sostituzione dei pensionamenti così da mantenere i servizi pubblici, ed individuano attraverso la Riforma del sistema integrato 0/6 anni un percorso di potenziamento con l'obiettivo di includere gli asilo nido nei servizi scolastici.

"E' chiaro che le scelte dell'amministrazione comunale di Firenze hanno un carattere ideologico che non trova giustificazioni né normative né economiche. Senza un progetto vero di sostenibilità della scuola dell'infanzia da una parte, e riducendo sempre più la gestione pubblica del servizio 0/3 dall'altra, persegue nella politica a sostegno all'iniziativa privata indirizzando le risorse in quella direzione. Mentre servirebbe ampliare il servizio per rispondere alla domanda delle famiglie".

"Il Comune di Firenze deve prendersi le sue precise responsabilità - hanno detto Flavio Gambini, responsabile enti Locali della Uil Fpl Toscana, e Osvaldo Annunziata, segretario aziendale Uil Fpl del Comune di Firenze - Oggi può e deve assumere personale all'interno delle scuole e dei nidi comunali. Se non lo fa è per un preciso disegno politico volto ad agevolare l'ingresso dei privati e sostenere la logica dell'appalto al ribasso. Noi diciamo no con forza a questo atteggiamento che distrugge e mortifica esperienze e professionalità".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità