Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:FIRENZE13°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, strattonata e rapinata poi viene trascinata dal ladro con l'auto

Attualità martedì 18 aprile 2017 ore 17:57

Il Maggio fa ottanta e omaggia Pistoia Capitale

Il Coriolano di Beethoven diretto da Zubin Metha in apertura del festival il 24 aprile. Il 26 concerto in trasferta al teatro Manzoni di Pistoia



FIRENZE — Ottantesima edizione per il festival del Maggio Musicale Fiorentino che si aprirà il 24 aprile alle 18 con il concerto sinfonico diretto da Zubin Mehta. Non ci sarà solo il 'Coriolano' di Ludwig van Beethoven in cartellone, ma anche la prima esecuzione italiana di un autore contemporaneo: il Concerto per percussioni e orchestra di Frederich Cerha, interpretato da Simone Rubino. Sempre nel corso della prima del Maggio, ci sarà spazio anche per due composizioni del Novecento: il Concerto per violino e orchestra op. 36 di Arnold Schoenberg eseguito da Michael Barenboim e la seconda suite dal balletto Daphnis et Chloe' di Maurice Ravel che impegnera' anche il coro. 

Il 26 aprile, poi, per la prima volta il Maggio sarà in trasferta. Da Firenze, infatti, l'orchestra suonerà al teatro Manzoni di Pistoia in omaggio alla Capitale della Cultura con 'Idomeneo' di Wolfgang Amadeus Mozart nella produzione del Theater an der Wien con la regia di Damiano Michieletto e la direzione di Gianluca Capuano.

Il secondo titolo d'opera torna a Firenze il 5 maggio con il 'Don Carlo' verdiano e la regia di Giancarlo Del Monaco che riporterà sul podio di un'opera lirica Zubin Mehta. Poi, al teatro Goldoni il 24 maggio "L'histoire du soldat", nuova creazione ispirata all'omonima opera da camera di Igor Stravinskij in un nuovo allestimento del Maggio, regia di Alessandro Talevi e la direzione a Alpesh Chauhan.

Altri due concerti diretti da Zubin Mehta sono in programma il 10 maggio: il concerto per violoncello e orchestra op. 104 di Dvorak, il Te Deum di Bruckner e la Kammersymphonie in mi maggiore op 9 di Schönberg e il 13. Sul palcoscenico ci sarà anche uno tra i massimi virtuosi del mandolino, Avi Avital. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coi nuovi contenitori stradali digitali decolla la seconda fase della trasformazione della raccolta dei rifiuti all'insegna della circolarità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità