comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18°28° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 07 luglio 2020
corriere tv
Le farmacie e il calo delle vendite delle mascherine: «Colpa anche del caldo»

Attualità lunedì 09 settembre 2019 ore 11:05

Il Consiglio riparte dagli allagamenti in città

Caditoie intasate e sottopassi chiusi, l'assemblea cittadina torna a riunirsi dopo la pausa estiva ed affronta il tema i disagi dovuti ai nubifragi



FIRENZE — Allagamenti in città per caditoie e griglie stradali intasate, eventuali risarcimenti danni e penali da applicare alle ditte, questo il tema che riapre il Consiglio comunale di Firenze che torna a riunirsi nel pomeriggio dopo la pausa estiva. 

"Gli allagamenti hanno interessato le sedi stradali, i sottopassi, gli scantinati e i garage con danni rilevanti per i cittadini" recita l'atto presentato dall'opposizione a firma del Capogruppo della Lega che ricorda "Publiacqua ha ottenuto in concessione, mediante un capitolato speciale d'appalto, la pulizia annuale di metà delle 63.365 caditoie, bocche di lupo e griglie presenti in città, per un importo di Euro 1.250.000 annuali. Secondo il capitolato la pulizia delle caditoie e delle griglie viene completata nel giro di due anni e la società in questione ha realizzato, negli ultimi 5 anni, 135 milioni di utili ed ha le tariffe più alte d'Italia" inoltre "fra le cause dell'intasamento delle caditoie vi è soprattutto la scarsa e insufficiente pulizia delle strade compiuta da ALIA che, sovente, non rimuove né lo sporco né i detriti vegetali prodotti dalle piante". La Lega nel quesito indirizzato all'assessore Alessia Bettini chiede "Se il Comune intende avviare procedure finalizzate al risarcimento dei cittadini danneggiati da detti allagamenti; Se l'Amministrazione, a fronte delle continue inadempienze di Publiacqua e di ALIA non intenda applicare le penali previste dai capitolati d'appalto o valutare l'opportunità di affidare ad altri soggetti i compiti spettanti alle due partecipate".

Sulla stessa linea anche il capogruppo di Forza Italia che sottolinea "l’acqua in pochi minuti ha raggiunto in alcune zone anche 30/40 centimetri di altezza e con il sottopasso di piazza Paolo Uccello che è stato chiuso al traffico" domanda "Se sono stati accertati i problemi tecnici che hanno determinato i pesanti allagamenti, a chi è attribuita la competenza per gli interventi di pulizia di caditoie e pozzetti, se la pulizia delle caditoie viene effettuata con gli ausili adeguati quali la lancia a pressione che lava la prima parte della rete fognaria compresi i pozzetti di tenuta e/o l’escavatore a risucchio che permette l’aspirazione del materiale solido come la ghiaia oppure di dimensioni troppo grandi per essere eliminati con la semplice lancia e secondo quale programmazione periodica, se intende promuovere verifiche tecniche per accertare l’opportunità di adeguare le proporzioni delle canalizzazioni fognarie in alcuni distretti cittadini, come via pisana soggetta a frequenti allagamenti, al fine di evitare che le acque meteoriche raccolte in nuove tubazioni di grossa portata vengano convogliate in tubazioni di diametro molto inferiore che non sono in grado di raccoglierle".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca