Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:57 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 16 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, ecco il momento in cui la trivella crolla: un uomo si salva correndo

Attualità giovedì 15 giugno 2017 ore 12:03

I detenuti recitano Dante alle cinque del mattino

Centotrenta attori nel parco del Giardino Bardini impegnati dall'alba al tramonto a recitare le terzine dantesche. E' il progetto 'Piume 2021'



FIRENZE — Cinque repliche della durata di un'ora a partire dalle 5.30 del mattino, poi alle 7, alle 18.30, alle 20 e alle 21. A esibirsi saranno, domenica prossima, detenuti, migranti, persone con disagio economico, fisico e psichico e a rischio di esclusione sociale. 

In realtà non è la prima che accade una cosa del genere a Firenze. L'anno scorso, ad esempio, gli attori salirono sul Campanile di Giotto per cantare i versi danteschi. Quest'anno lo faranno nel giardino di villa Bardini. Il progetto si chiama ’Piume2021. Legato con amore in un volume ciò che per l'universo si squaderna’’ e prosegue nell'esplorazione dell'universo letterario dantesco avviata dall'associazione Culter da anni, in vista delle celebrazioni per i 700 anni della morte di Dante Alighieri che si svolgeranno nel 2021.

L'obiettivo dell'iniziativa è di promuovere l'inclusione sociale attraverso la poesia, in modo da fare un’esperienza culturale e artistica che finisce per accomunarli al di là delle appartenenze sociali, religiose, professionali. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Giornata nera per gli automobilisti in viaggio in città a causa di una catena di incidenti che ha bloccato le auto sulle maggiori arterie stradali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità